Pallotta fa il casting

02/04/2019 alle 08:00.
pallotta-13

(...) Dal 2011 ad oggi, la Roma ha cambiato 2 presidenti (DiBenedetto e ), 2 vicepresidenti (Tacopina e ), 2 (Zanzi e Fienga), 2 direttori generali (Baldini e ), 2 amministratori delegati ( e Gandini), 5 direttori commerciali (Winterling, Barrow, Colette, Danovaro e Calvo), 3 direttori sportivi (, Massara e Monchi) e 7 allenatori (Luis Enrique, Zeman, Andreazzoli, , , e . Tutto vero, ma il futuro conta di più, ed è per questo che – dopo il tracollo col – ha fatto rumore la volontà di di accrescere il proprio ruolo nel club. «Più spazio? Vediamo cosa succederà nel futuro, ne parlano tutti – ha detto a Sky –. Se dovessi prendere posizione io, qualcosa cambierò. Ora non è il momento di parlarne, ma ne ho già discusso con chi di dovere». L’ultimo viaggio in Qatar coi dirigenti, ad esempio, potrebbe essere stato il momento giusto. Ma che cosa vorrebbe fare nella Roma, magari da direttore tecnico, se non da vice presidente? (...) Nel giro di 3-4 settimane, comunque, molto dovrebbe essere più chiaro, a partire dalla classifica. A Trigoria tanti sono in attesa di una ricollocazione, e se Bruno Conti rinnoverà di certo il contratto, potrebbero avere altri ruoli Tarantino, Balzaretti e . Ma la prima scelta sarà il d.s., con Massara sempre assai stimato e che può lavorare in tandem con quel Campos del Lilla (ma piace più fuori che dentro Trigoria), che potrebbe operare anche non necessariamente a Roma, a differenza invece di Petrachi, che resta candidatura forte. Una cosa però filtra forte e chiara: non ci sarà mai più un plenipotenziario in stile o Monchi, ma la gestione sarà collegiale, anche nella scelta dell’allenatore, anche se ogni d.s. porterebbe un profilo diverso. è il sogno dei tifosi, ma al momento è difficile anche Sarri, mentre è da approfondire il discorso con Gasperini e Giampaolo, così come con Jardim del Monaco. (...)

(gasport)