Dzeko, 15 reti in 10 modi diversi

25/11/2016 alle 22:14.
fk-austria-wien-v-as-roma-uefa-europa-league-25

LAROMA24.IT (Gabriele Conflitti) - Peccato che sia nato un paio di millenni dopo le Metamorfosi di Ovidio, altrimenti il letterato romano avrebbe potuto dedicare al bosniaco un racconto in versi da inserire nella sua opera magna. La trasformazione dell'attaccante ex Wolfsburg e Manchester City nella Roma è stata impressionante: da brocco capace di divorarsi davanti alla porta anche la più facile delle reti, a mattatore spietato dotato di quel killer instinct che farebbe contenti tutti gli allenatori del mondo.

Con la tripletta contro il Viktoria Plzen, ha raggiunto quota 15 reti in 19 gare stagionali e superato se stesso, dato che mai in carriera aveva realizzato tante reti in così poche partite. Andando ad analizzare gol dopo gol, si scopre poi che il numero 9 giallorosso ha segnato in ogni modo e maniera in questo primo scorcio di stagione: sono ben 10 i tipi di conclusione con cui il cigno di Sarajevo ha punito i portieri avversari. alle spalle mugugni e perplessità sul suo conto, punta ora a traguardi che sembravano impensabili fino ad un paio di mesi fa, quando fu travolto dalle critiche dopo l'ennesima, scialba, prestazione di Firenze.

GOL DI DESTRO - ha realizzato 8 gol di destro: di questi, 3 sono arrivati con tap-in dentro l'area piccola contro e Austria Vienna, zona vitale per ogni attaccante degno di tale nome. E proprio la rete contro i nerazzurri ha segnato il turning point della storia giallorossa di Edin. Altre due reti sono arrivate con il suo piede naturale da dentro l'area di rigore, mentre si contano un pallonetto da fuori area, col Crotone, propiziato da un assist al bacio di , un tiro a giro rasoterra dal limite al Palermo e un calcio di rigore per il sorpasso sul .

GOL DI SINISTRO - Il ragionamento per assurdo non si applica solo in matematica, ma è un criterio a cui si può ricorrere anche per parlare di Edin . E' infatti col piede più debole che il bosniaco ha realizzato fin qui i suoi gol migliori: prima del siluro da posizione impossibile e alla conclusione morbida in Europa League contro il Plzen si contano infatti un tap-in alla prima giornata contro l'Udinese, un sinistro a porta vuota dopo aver superato il con un micidiale cambio passo con la Sampdoria e una conclusione in diagonale al Mapei Stadium contro il .

GOL DI TESTA - Malgrado i 193 centimetri di altezza, i gol di testa non sono stati fin qui il cavallo di battaglia di . Al momento sono solo due le marcature di testa per il bosniaco, seppur decisive. La prima è arrivata al San Paolo contro il dentro l'area piccola, la seconda contro il Plzen in Europa League e in entrambi i casi sono risultate decisive per portare a casa i tre punti. E pensare che lo scorso anno si era presentato ai suoi nuovi tifosi con un incornata pazzesca contro la ...