TORRI: "Petrachi ha sbagliato tempi e modi" - MAROTA: "Le polemiche toglieranno pressioni alla squadra" - GIANNINI: "Un ds deve incidere in altre sedi, non nello spogliatoio"

12/02/2020 alle 21:34.
massimo-ascolto-new

La conferenza stampa di Gianluca Petrachi agita l’ambiente romano. “Credo che la Roma possa fare a meno di questo Petrachi. Sta continuando ad andare oltre le sue mansioni, l’ho visto come un attacco a Fonseca, magari non direttamente”, dice Furio Focolari. “Parla da presidente, non da diesse”, è il pensiero di Luigi Ferrajolo.

Max Leggeri va invece controcorrente: “Sto tutta la vita con Gianluca Petrachi, al netto degli errori commessi sul mercato, perchè io non voglio fare il tifo per una Rometta, ma per una grande squadra”.

_____

Questo e tanto altro in "Massimo Ascolto", rubrica de LAROMA24.IT curata dalla redazione. Una passeggiata tra i più importanti programmi radiofonici della Capitale. Buona lettura.

_____

Petrachi oggi ha dichiarato che la squadra ha smarrito l'umiltà dopo la partita con la Lazio, che tra l'altro non ha vinto: in base a cosa la Roma, che era quarta con il fiato sul collo dell'Atalanta, si sarebbe dovuta sentire garantita dal derby, non vinto, quando a inizio 2020 ha visto i giallorossi perdere con Torino e ed eliminati dalla Coppa Italia? (FEDERICO NISIITele Radio Stereo, 92.7)

Se fossi stato oggi in Ibanez, Villar e Perez in conferenza stampa, a sentire le parole di Petrachi, mi sarei chiesto 'che c'entra tutto questo?' Secondo me il direttore sportivo ha sbagliato i tempi e i modi e non so se lui senta che questo cambio di proprietà porterà delle novità anche nel ruolo apicale del settore tecnico della Roma: si è scavato la fossa da solo (PIERO TORRITele Radio Stereo, 92.7)

Guardando la conferenza stampa di Petrachi ho avuto la sensazione di un uomo in grande difficoltà che moltiplica la gravità delle cose che stanno accadendo nella Roma. Questo tipo di intervento lo si fa se si vuole ricostruire un rapporto, invece così ha sparato su tutto. Non so a cosa possano servire queste dichiarazioni, ma è stato un gesto impolitico (MARIO SCONCERTITele Radio Stereo, 92.7)

Io sono d'accordo con la visione di Petrachi perché non si può fare una partita come quella contro la Lazio e poi scendere in campo con il e fare quella prestazione. Il direttore sportivo oggi ha centrato il punto: secondo me la squadra ha pagato l'euforia post-derby, oltre ad esserci un discorso di qualità e tattico (FILIPPO BIAFORATele Radio Stereo, 92.7)

Ribadisco che Petrachi ha sbagliato ad entrare negli spogliatoi a gara in corso. Perdendo a Bergamo il discorso sarebbe quasi definitivamente chiuso. Le polemiche in settimana forse toglieranno pressioni alla squadra, potrebbe anche essere un vantaggio. Il problema della Roma è tecnico e tattico, non mentale (GIORGIO MAROTA, Centro Suono Sport - 1927 On Air, La Storia Continua...)

Petrachi prima di criticare i media dovrebbe prendersela con chi gli sta vicino, se quello che fa negli spogliatoi diventa pubblico c’è qualcuno che parla troppo. Sulle dichiarazioni relative al gruppo non ha sbagliato nulla. La campagna acquisti è sua responsabilità, nella Roma non ti puoi permettere di comprare giovani e aspettare che diventino campioni dopo anni (FRANCO PECCENINICentro Suono Sport - 1927 On Air, La Storia Continua...)

Non sono mai riuscita a capire fino in fondo Petrachi ma se si è sentito ferito ha fatto bene a difendersi. Non penso sia corretto però farlo passare per vittima. Il vero problema non è il DS ma la proprietà e quello che gli ha chiesto di fare. Ogni anno si cerca un colpevole in questa piazza (FEDERICA AFFLITTOCentro Suono Sport - 1927 On Air, La Storia Continua...)

Alle parole dei calciatori e dei dirigenti vanno affiancate le prestazioni, se la Roma non dovesse fare una grandissima partita contro l’Atalanta saranno state inutili. Non entro nelle dichiarazioni di Petrachi ma un direttore sportivo deve incidere in altre sedi e non nello spogliatoio (GIUSEPPE GIANNINICentro Suono Sport - 1927 On Air, La Storia Continua...)


Credo che la Roma possa fare a meno di questo Petrachi. Sta continuando ad andare oltre le sue mansioni, l’ho visto come un attacco a Fonseca, magari non direttamente. E’ stata un’entrata a piedi uniti del direttore sportivo, ha detto cose sconvolgenti (FURIO FOCOLARI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Mi sono sempre chiesto quale fosse il motivo per cui Petrachi sia stato scelto come diesse a Roma. Oggi non l’ho visto come un attacco a Fonseca, ma più un autogol involontario. Personalmente preferisco un altro tipo di direttore sportivo, che sappia stare al suo ruolo. Parla da presidente, non da diesse (LUIGI FERRAJOLO, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Da anni sostengo che il male endemico della Roma sia lo 'stocazzismo', cioè quell'insostenibile leggerezza di sentirsi 'sto ca...o', che ha sempre pervaso quasi tutti i tesserati di questo club negli ultimi anni. Non conosco Petrachi, avrà certamente commesso degli errori sul mercato pur non avendo mezzi eccezionali, ma finalmente abbiamo un dirigente che alza la voce dentro lo spogliatoio, che sa irreggimentare il gruppo, che vuole portare senso d'appartenenza e abnegazione alla causa. Sto tutta la vita con Gianluca Petrachi, al netto degli errori commessi sul mercato, perchè io non voglio fare il tifo per una Rometta, ma per una grande squadra (MAX LEGGERI, Centro Suono Sport, 101.5, 1927 la storia continua)

Non credo che quello di Petrachi sia stato un attacco a Fonseca, ma credo che abbia voluto ribadire il suo ruolo e difendersi (ALESSANDRO VOCALELLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Petrachi mi sembra impegnato a difendere se stesso. Mi domando però se non si poteva prendere in questo mercato qualche giocatore più utile per il presente, e non magari per il futuro (FRANCO MELLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

E' ingiusto addebitare a Petrachi le responsabilità di un ridimensionamento tecnico iniziato da almeno due stagioni. La Roma ha trovato finalmente un uomo di campo, che sta a contatto con la squadra, che sa comprendere i momenti e che cerca di portare una certa filosofia e che si fa? Lo si cancella mediaticamente per arrivare a cosa? All'ennesima rivoluzione? Tre direttori sportivi e 4 allenatori in tre anni, ma non vi siete stufati? (CHECCO ODDO CASANO, Centro Suono Sport, 101.5, 1927 la storia continua)


_____

In questo momento la Roma non merita di andare in . Friedkin deve avere un piano B qualora la squadra non centrasse il quarto posto (FERNANDO ORSIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)

Da quello che so la Roma già tempo fa aveva corteggiato Paratici, ma lui non se la sentì. Se la non dovesse raggiungere gli obiettivi, inoltre, potrebbe saltare più di una testa. Friedkin vorrebbe fare cose importanti: ci sarebbe la volontà di portare Fabio Capello in una posizione apicale, come vicepresidente operativo (ILARIO DI GIOVAMBATTISTA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)

Capello? Sarebbe l’ideale, sarei contentissimo di un suo ruolo nella Roma. Sa di calcio, ha personalità e prestigio e sul mercato non si inventa nulla, farebbe gli acquisti che vorrebbero i tifosi 'da bar'. Paratici ha fatto bene e ha delle idee, parliamo di due eccellenze. Patto squadra-Fonseca? Lasciamo perdere i patti… Nel calcio conta il campo, le parole sono gratis (ROBERTO RENGA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)

Vuoi o non vuoi, in un momento estremamente negativo, la classifica ancora c'è, anche se alla Roma manca consapevolezza nei propri mezzi. Al di là di come andrà la partita, mi basterebbe che la Roma abbia una reazione sul campo. È anche vero che se dovesse perdere pregiudicherebbe la qualificazione in , ma per la gara con l'Atalanta ho la speranza che si sblocchi qualcosa (GIOVANNI PARISI, Centro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)

Paratici e Capello? Va bene tutto, non ci sono preclusioni. Ma rimanderei ogni ragionamento a dopo Atalanta-Roma. Il campionato è nel vivo e la Roma ha la necessità assoluto di ridurre il distacco dal quarto posto (ROBERTO PRUZZO, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)

Capello? Molti non hanno dimenticato il suo ‘tradimento’… La prima cosa che farei è dare un ruolo da ambasciatore a (FRANCO MELLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)

Mettiamo da parte il punto di vista tecnico: riportare Capello sarebbe un errore, andresti a prendere uno che ha tradito la Roma, che i tifosi non hanno perdonato. Poi chiaro che è uno che sa di calcio come pochi altri. Riportare e  a Trigoria sarebbe la prima mossa da fare. Su Paratici ho dei dubbi: era un ottimo scudiero, ma da capomastro non ha fatto grandi cose. Ricordiamoci che a Roma siamo bravi a creare fenomeni, con Monchi sembrava fosse arrivata la Dea Khali… (FURIO FOCOLARI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)

Dal mercato servirà il vice e un attaccante esterno da 15 gol a stagione, uno alla Lautaro Martinez per intenderci (ANTONIO FELICI, Centro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)

Nomi per la prossima stagione? A centrocampo prenderei Tonali, davanti Icardi, che so che vuole tornare in Italia, e Ziyech. In una Roma rivoluzionata prenderei Allegri, se deve restare una Roma che galleggia va bene anche Fonseca (FRANCESCO BALZANI, Centro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)