Roma, il Conte è in sospeso

30/04/2019 alle 07:29.
conte-chelsea-2

IL MESSAGGERO (U. TRANI) - Nessuno nega più la trattativa tra la Roma e . Nella Capitale e non solo. Anche fuori dal Grande Raccordo Anulare. Dove sono ormai certi che James e il suo management fanno sul serio per avere l'unico top coach attualmente libero. Ecco perché, soprattutto al Nord, si muovono per replicare, anche sminuendolo e quindi intralciandolo, al piano giallorosso che non è solo di facciata. Ne hanno preso atto più a Milano che a Torino, città in cui l'ex ct azzurro spesso si ferma quando non è a Londra (lì vive con la moglie Elisabetta e la figlia Vittoria). L' è la più attiva. Beppe Marotta ha informato Steven Zhang e gli ha chiesto ampia libertà d'azione, avendo la certezza di quanto l'allenatore sia tentato dalla proposta del Guido Fienga. Così l'ad nerazzurro, ottenuto l'ok per salutare (al netto della posizione ufficiale) appena sarà in cassaforte il piazzamento in , prepara il rilancio per spuntarla nella negoziazione comunque complicata per entrambi i club che temono le superpotenze, il Psg e lo United. Cina contro Usa, adesso è questo il duello. Perché la , anche se Fabio Paratici e Pavel Nedved continuano a lavorare ai fianchi il presidente Andrea Agnelli per portarlo al ribaltone, è ancora nella fase di riflessione, poco convinta se cambiare Allegri e con chi.

ALMENO ALLA PARI - , pur avendo chiesto 2 settimane di tempo per la risposta definitiva, ha apprezzato la chiarezza del progetto della Roma. Che, costretta comunque a incassare prima dell'estate 50 milioni con le plusvalenze, non si sente dietro all'. E lo ha ribadito all'allenatore, chiarendogli che, nel rispetto del Financial Fair Play, il club giallorosso ha meno limitazioni negli investimenti di quello nerazzurro, nonostante la solidità della proprietà cinese. E a prescindere dalla partecipazione alla prossima che non inciderà, almeno così ha assicurato il tecnico, sull'esito della trattativa. In più, come sottolineato pure da sabato scorso, è disposto a concedergli carta bianca sull'organizzazione dentro Trigoria e non esclusivamente in campo e negli spogliatoi. E affiancandogli, come ds, l'amico Petrachi, gli garantisce di poter contare su chi si fida a occhi chiusi. Il contratto triennale da 8 milioni netti a stagione è scontato. Insomma, c'è solo da attendere.

STAFF ALLERTATO - Fienga ha seguito le linee guida di . Nessuna promessa sugli acquisti, sulle cessioni e sulle conferme. Nè è stata compilata la lista dei collaboratori. Che è, comunque, è pronto: il vice Angelo Alessio, il match analyst Gianluca che studia per il fratello gli avversari, il nutrizionista Tiberio Ancora e il Paolo Bertelli che è di casa a Trigoria. Dove è già sotto contratto quello dei portieri Marco Savorani che lavorò con al Siena e che escluderebbe Gianluca Spinelli, presente nello staff della Nazionale e del Chelsea. In bilico Costantino Coratti che, sia a Coverciano che a Londra, è stato il vice di Bertelli. Sono i fedelissimi, seguranno ovunque .

ROSA DA VALUTARE - Non c'è ancora la Roma di . Che ha bisogno, e non solo per il 3-5-2, di interpreti di gamba. è il simbolo. L'unico, però. Sulle fasce, sarebbero necessari gli interventi più significativi. Sotto osservazione, per le corsie, Karsdorp, e Kluivert. Il titolare è da prendere, come il centrale difensivo da aggiungere alla conferma di . Forse anche quella di , in stile Barzagli, o Kolarov, non da fluidificante. Ok gli intermedi: Pellegrini, Cristante e Zaniolo. Da scegliere il regista, scortato, se possibile, per un anno da . Davanti Under, seconda punta alla Eder. il centravanti. Se parte, il sostituto preferito è Lukaku.