Europa League: da oggi si comincia. Roma e Torino aspettano l'UEFA

29/06/2019 alle 10:18.
olympique-de-marseille-v-club-atletico-de-madrid-uefa-europa-league-final

L’Europa League prende il via, aspettando l’UEFA e la chiarezza sul caso Milan. Lo stallo causato dalla decisione del TAS sull’eventuale dei rossoneri tiene ancora in scacco Roma e Torino, con i giallorossi che già hanno dovuto annullare la tournée americana. Da ieri poi l’ufficialità: niente ritiro a Pinzolo, la preparazione si terrà a Trigoria. Data del raduno ancora da fissare, probabile il 5 luglio. Preludio di un possibile approdo alla fase a gironi? Non resta che attendere la decisione dell’UEFA. Tra l’altro anche il Torino vive la stessa situazione di incertezza, visto che con tale scenario subentrerebbero ai giallorossi nel secondo turno preliminare. Per non correre rischi, raduno al Filadelfia anticipato al 4 luglio. E potrebbe essere anticipato al 6 anche la preparazione estiva, che impegnerà i granata a Bormio.

Roma e Torino cambiano piani e restano in attesa, ma lo spettacolo deve andare avanti. Già da una settimana si sono svolti i sorteggi dei primi turni preliminari. La terza italiana (o giallorossi o granata) partirà dal secondo turno preliminare e ha già la sua avversaria designata: una tra gli ungheresi del Debrecen e gli albanesi dell’ FK Kukësi.

Il cammino della seconda coppa Europea verso la finale di Danzica terrà impegnati tifosi e addetti ai lavori per tutta l’estate. Si inizia già da oggi: il 27 giugno prende il via il turno di spareggi, una delle novità dell’Europa League introdotte con la riforma della passata stagione, nelle quali si scontreranno tra di loro le qualificate dei campionati inferiori. Da oggi in sostanza si andrà in campo ogni giovedi. Il 5 luglio il ritorno, poi prenderà il via il primo turno preliminare, che vedrà ai nastri di partenza 94 squadre (12 e 19 luglio).

Le squadre più quotate entreranno nella contesa dal secondo turno preliminare (26 luglio e 2 agosto). Da qui ci saranno due cammini distinti: il percorso ‘campioni’, riservato alle squadre eliminate dai turni preliminari di , e il percorso 'piazzate', dove entreranno in scena le 27 qualificate dei campionati più in alto nel ranking UEFA. Tra cui, come detto, anche la terza italiana.

Si andrà in campo anche a Ferragosto: 9 e 15 agosto sono infatti le date designate per il terzo turno preliminare, dove il quadro delle contendenti scenderà ulteriormente. Il momento decisivo ci sarà però nei playoff, previsti per il 22 e il 29 agosto, nella settimana in cui prenderà il via anche la nuova Serie A. Dell’importanza dell’ultimo doppio confronto ne sa qualcosa l’Atalanta, una delle eliminate di lusso della scorsa edizione dopo il varo della nuova formula.

Da settembre si farà sul serio. Alla fine resteranno 48 squadre, che prenderanno parte alla fase a gironi. 17 sono quelle già qualificate di diritto. Per l’Italia c’è la Lazio, tra le altre spiccano il Siviglia, l’ e il Manchester United. Poi dai sedicesimi entreranno in scena anche le terze classificate della fase a gironi della . Un cammino lungo un anno verso la finale di Danzica del 27 maggio 2020.

Scommetti sulle gare di Europa League con Johnnybet e approfitta del codice bonus SNAI