Tutti alla Fifa per aggirare lo scoglio del 30 giugno

25/05/2020 alle 10:12.
fifa-logo-2

Oggi a Ginevra si terrà una conference call tra la Fifa, il governo del calcio mondiale, e i rappresentanti delle Leghe, dei Club e dei giocatori che discuteranno della prosecuzione dei contratti in scadenza il 30 giugno. Argomento delicato soprattutto per la ripresa dei campionati considerando che non esiste nessun organo, nemmeno la Fifa, che possa prolungare d'imperio la durata di prestiti e contratti. Oggi si cercherà di ottenere di chiarimenti giuridici, anche per capire cosa potrebbe succedere negli scambi tra internazionali . E' auspicabile - fanno filtrare dalla Fifa - un accordo in base al quale un giocatore che decide di non prolungare il contratto in un'altra Lega o che ha finito il prestito, possa cambiare il club ma non scendere in campo nelle gare che mancano in questa stagione. Il problema però rimane comunque visto che la Fifa: "non ha alcuna autorità per prolungare o modificare unilateralmente i termini e le condizioni già stabilite ma crede fortemente che sia importante muoversi collettivamente e suggerisce di prolungare le varie scadenze per rispettare tutte le parti in campo". Diverso il caso dei movimenti interni perché le Federazioni possono emanare loro provvedimenti e dunque, impedire che vi sia un elemento che giochi in un'altra squadra le ultime gare della stagione.

(Tuttosport)