Ulivieri: "Uefa e Fifa pareggino i conti"

26/03/2020 alle 09:54.
ulivieri

Ha rilasciato un'intervista al quotidiano sportivo Renzo Ulivieri, Presidente dell'Associazione Italiana Allenatori. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni a proposito dell'emergenza del sistema calcio dovuta alla diffusione del Coronavirus:

Ma perché l’AIC in Italia o la Fifpro - il Sindacato Mondiale dei Calciatori - o comunque le varie Leghe non si muovono per convincere UEFA e FIFA a farsi carico dei danni? I soldi lì ci sono...
«E’ la prima cosa da fare. E mi auguro che ci si muova in fretta. L’UEFA e la FIFA da decenni hanno riempito le loro casse con i soldi generati dal calcio, inteso come spettacolo e come prodotto da vendere. Adesso forse è giunta l’ora di pareggiare i conti. Ripeto: mi auguro che intervengano presto in modo da far ripartire il processo e investire su un nuovo calcio. Quando si parla di sistema-calcio bisogna considerare tutto il sistema, nessuno può chiamarsi fuori. Qui ognuno deve fare la sua parte».

Allenatori disposti a tagliarsi lo stipendio?
«Sì, a patto che lo faccia l’intero sistema: calciatori, dirigenti, amministratori, presidenti pagati dalla società per cui lavorano. E con una premessa: noi pensiamo sempre agli allenatori di Serie A, ma ci sono centinaia di professionisti, collaboratori, preparatori atletici, che hanno uno stipendio pari a quello di tanti lavoratori italiani: ecco, non mi sembra giusto andare a penalizzare loro. In ogni caso la guida deve essere la FIGC, anche se il rapporto è tra società e dipendenti, in questo momento così particolare mi sento di riconoscere l’autorità della FIGC».

(Corsport)