Morace: «Ma quale campionato, ora fermiamo il virus»

26/03/2020 alle 09:59.
morace

IL TEMPO (E. ZOTTI) - Prima la sicurezza e la salute, poi tutto il resto. Carolina Morace non usa mezzi termini quando parla dell'emergenza e delle polemiche sull'eventuale ripresa di allenamenti e campionato. L'allenatrice mette momentaneamente in secondo piano il calcio e lo sport in nome del bene di tutti.

Come sta vivendo questi giorni?
Da reclusa. Sono molto arrabbiata con gli idioti che non hanno capito che questa pandemia si sconfigge soltanto restando a casa. Io esco una volta ogni quindici giorni soltanto per fare la spesa, ma quando lo faccio vedo fare jogging a persone che fino ad oggi non avevo mai visto correre. Cosa correte?

In Serie A c'è chi avrebbe voluto riprendere subito gli allenamenti...
Rimango basita leggendo che Lotito avrebbe voluto far tornare subito la Lazio in campo. Sinceramente non saprei come descrivere una pretesa del genere in un momento di emergenza totale. Confido nella sensibilità dei calciatori, perchè mi sembra che altri non si stiano rendendo conto del momento storico pesantissimo che stiamo vivendo. Richieste come quella di Lotito dovrebbero farci riflettere, magari in vista delle prossime  elezioni in Lega o in Federazione.

Si parla di un danno economico enorme per la Serie A...
Qui il problema vero non è il calcio. Dobbiamo preoccuparci prima di chi non sta lavorando o addirittura rischia di perdere il posto.

Per Lei quale sarebbe la soluzione più giusta per concludere il campionato?
Il mio problema non è capire chi vincerà, non mi interessa. Nessuno può prevedere come si evolverà la situazione. La priorità è fermare il virus.