Roma, con Diawara è un centrocampo che colora il futuro

02/07/2019 alle 07:50.
diawara-2

Dal 5 luglio molto probabilmente tanti tifosi giallorossi torneranno a seguire con maggiore interesse la Coppa d’Africa, attualmente in svolgimento in Egitto. Perché negli anni passati la gente romanista la seguiva per le folate di Gervinho o le magie di , adesso lo farà per scoprire ancora più da vicino le doti di Amadou Diawara, 21 anni, il centrocampista guineano che da ieri è ufficialmente il secondo rinforzo dell’estate giallorossa. (...) «Seguivamo Diawara da tempo, un ragazzo che ha messo in luce già da qualche anno il suo talento in Italia – ha detto Guido Fienga, il giallorosso – Gli diamo il benvenuto nella Roma, con l’augurio di rendersi protagonista con la nostra maglia». Quando, però, ancora non si sa, proprio a causa della Coppa d’Africa. Dovesse arrivare fino in fondo, la Guinea giocherebbe eventualmente la finale il 19 luglio, a cui bisognerebbe aggiungere poi almeno un paio di settimane di vacanze. Insomma, nella peggiore delle ipotesi Diawara si metterà a disposizione di Paulo Fonseca ad inizio agosto. Se invece la Guinea dovesse uscire prima, è possibile succeda anche a fine luglio (...) Con la certezza di Diawara e il sogno di portare a casa anche Nicolò Barella, la Roma punta a costruire un centrocampo forte, giovane e dinamico. Capace di essere aggressivo il giusto, ma anche di qualità nella fase di costruzione. Un centrocampo che, tra l’altro, sarebbe anche giovanissimo, considerando che Diawara ha 21 anni, Barella 22 – se il cagliaritano dovesse arrivare davvero in giallorosso – Zaniolo 20 (proprio oggi), Pellegrini 23 e Cristante 24. (...) Sta lavorando anche Gianluca Petrachi, che ieri ha preso conoscenza delle strutture di Trigoria e che stasera, invece, si incontrerà con Claudio Vigorelli, l’agente dello stesso Zaniolo. Sul tavolo c’è il rinnovo del contratto del jolly giallorosso, che dovrebbe passare dagli attuali 300mila euro a circa 2 milioni a stagione. La Roma proverà ad arrivarci gradualmente e inserendo dei bonus, anche non difficili da raggiungere, mentre Zaniolo vorrebbe guadagnarli già di default. Subito. Si troverà un’intesa, non è difficile immaginarlo. (...)

(gasport)