Cantiere Roma: un preparatore solo per Zaniolo

20/07/2019 alle 10:24.
roma-vs-bologna-serie-a-tim-20182019-5

LA REPUBBLICA (M. PINCI) - Tornato dalle vacanze, ad attenderlo ha trovato una sorpresa. Dopo un'estate fatta di qualche delusione - le panchine con Mancini e l'esperienza con l'Under 21 - ma arricchita, dopo la festa del 20 anni a Mykonos con gli amici, dal corteggiamento di e Tottenham, Nicolò Zaniolo ha ripreso la sua vita romana, con qualche novità. Lui sta cercando una casa per andare a vivere da solo. E, a dispetto delle tante voci che circolano, la Roma a venderlo non pensa minimamente, anzi. La prova è che, ad aspettarlo a Trigoria, ha trovato un personale. Un uomo che per tutta la stagione lo seguirà in ogni aspetto della vita professionale, dall'allenamento fisico alla nutrizione, dall’educazione sportiva a quella alimentare: un po' ciò che fu Vito Scala per , senza (per ora, almeno) il legame affettivo.

Una figura fortemente voluta dal nuovo direttore sportivo Petrachi e che serve a prendersi cura della crescita anche fisica di Nicolò, che 20 anni e dopo alcuni mesi da protagonista assoluto, dovrà gestire la stagione della conferma, circondato da attese elevatissime. La Roma non vuole mettergli pressione, piuttosto fare in modo che sia seguito da vicino da un professionista. Non uno qualsiasi, il curriculum nel parla chiarissimo: ha lavorato con alla , ma pure al Chelsea e in Nazionale. Recentemente aveva lavorato proprio al Torino con l’attuale ds romanista, che l’ha voluto con sé anche a Roma. Integra già dall'inizio del ritiro lo staff di Fonseca, ma a lui da oggi chiederanno di prendersi cura del gioiellino di casa, a Trigoria, con particolare attenzione. all'allenamento della forza funzionale. Lui, Zaniolo, aspetta ancora un contatto per il rinnovo: negli ultimi giorni la dirigenza ha avviato i primi colloqui con l'agente del ragazzo, ma nulla che somigli ancora a una trattativa. Anche perché il contratto che lo lega alla Roma scadrà soltanto tra 4 anni, e se lui ambisce a un aumento — anche solleticato da promesse ricevute da altre società — il club, pur convinto di volerlo concedere, non ha comprensibilmente fretta. Intanto, si lavora per completare l'organico. Ieri sono arrivati in città Diawara e Veretout: nei fatti, il nuovo centrocampo di Fonseca.