Bouah va veloce. Gli fanno da «tutor» Florenzi e Kolarov

22/07/2019 alle 08:44.
as-roma-sessione-di-allenamento-pomeridiano-a-trigoria-9

A vederlo correre sulla fascia destra della Roma, così giovane e spensierato, viene immediato il paragone con . . La baby stella di Devid Bouah è quella che, per ora, risplende di più nel ritiro della Roma perché il ragazzino della Primavera a Fonseca piace e piace pure tanto. E lui, con umiltà e silenzio, senza mai dire una parola fuori posto, sta sfruttando al massimo l’occasione. Con un maestro d’eccezione: Aleksandar Kolarov. Per il ragazzo questo ritiro rappresenta una sorta di rivincita, visto che lo scorso novembre si è fermato per la rottura del . Un fulmine a ciel sereno per Bouah, che con la Primavera stava facendo benissimo. , come Kolarov, lo seguiva e lo stesso ha fatto sabato scorso a Trigoria contro il Trastevere. Anzi, quando Bouah ha sbagliato un intervento, il numero 24 della Roma prima gli ha consigliato di temporeggiare («aspetta, aspetta»), poi gli ha battuto le mani: «Bravo, continua così». Bouah ha sorriso e ha proseguito per la sua strada. Una strada che lo lega tanto alla Roma e ai suoi dirigenti, perché a gennaio, in piena rieducazione, gli è stato rinnovato il contratto fino al 2021.

(gasport)