Genoa-Roma, DZEKO: «Torniamo a vincere dopo due partite regalate. E se arrivano giocatori forti siamo contenti» (AUDIO)

19/01/2020 alle 20:46.
genoa-vs-as-roma-serie-a-tim-20192020-29

Queste le dichiarazioni di Edin Dzeko, attaccante della Roma, rilasciate alla stampa al termine del match con il Genoa:

DZEKO A SKY SPORT

Bel gol, ma è importante anche il pressing...
Il mister ci chiede di pressare sempre alti, il mio gol è arrivato da un loro errore. Ma se non facciamo pressing, non arriva neanche il gol.

Il terzo gol ha chiuso la partita...
Abbiamo fatto una grande partita soprattutto nel primo tempo, abbiamo sbagliato solo sul gol subìto. Anche nel secondo tempo abbiamo fatto il nostro gioco, abbiamo sofferto un po' ma ci sta, alla fine la nostra qualità è uscita fuori.

Alla vigilia di Juve e derby, quanto è importante questa prestazione?
Sicuramente sarebbe meglio avere tutti gli infortunati a disposizione, ma oggi tutti, soprattutto chi ha giocato meno, hanno giocato bene e abbiamo bisogno di tutti. Io non ci sarò mercoledì, ma ci sarà Kalinic che ha giocato bene a Parma. Spero che i ragazzi ci porteranno in semifinale di Coppa Italia.

Vi aspettate rinforzi sul mercato?
Se arrivano i giocatori forti, fa bene alla squadra e noi siamo contenti. Ma questo è il lavoro della società, a noi tocca giocare. Se non c'è uno, un altro deve essere pronto.

Sul derby: vuoi dire qualcosa ad Immobile?
Non sarà un derby tra noi due. Gli faccio i complimenti, spero che domenica non segni...Poi dopo domenica può ricominciare. Oggi era importante vincere soprattutto dopo due partite che secondo me abbiamo regalato e anche per affrontare il derby con più fiducia.


DZEKO A ROMA TV

Senti la responsabilità nei confronti della squadra?
Sempre, anche perchè sono un attaccante e ci si aspetta sempre tante gol. Ho avuto anche tante critiche in carriera ma non ci penso. Se riesco a fare bene sono io il primo ad essere contento

Questa vittoria dà la carica
Sicuramente anche perchè le ultime due in campionato le abbiamo regalate noi. Ci siamo fatti trovar pronti. Spinazzola ha giocato una grande partita dopo una settimana difficile e questo è importante. Può crescere ancora e fare ancora meglio. Questa gara ci dà fiducia

Seguirai la squadra a Torino?
Parlerò con il mister e vediamo cosa dice

Siamo a meno due dai 100 gol...
Aspetta ancora... Ci siamo vicini, sicuramente oggi abbiamo fatto un bel passo per arrivare a 100 gol e speriamo di prendere questa corona insieme il più presto possibile

L'esultanza era più rabbiosa o di felicità?
Ero molto contento anche perchè si è visto che abbiamo sofferto di più nel secondo tempo. Sapevo che il terzo gol avrebbe chiuso la partita, come poi è successo

Quando ti proponi come hai fatto oggi dai un bel vantaggio alla squadra...
Meno male che c'è qualcuno che vede anche queste cose. Il mister ci vuole così. Non è un caso che mi faccia trovare al posto giusto perchè solo facendoci trovare pronti possiamo fare grandi cose


DZEKO IN MIXED ZONE

C'era un motivo particolare per l'abbraccio con Pau Lopez?
No, penso che ci fosse un chiarimento tra lui e Cristante. E' la prima volta che lo vedo un po' arrabbiato, lui però alla fine rideva. Ha fatto una partita importante e qualche parata importantissima nel secondo tempo: ci ha salvato

Come sta Spinazzola?
Lo avete visto oggi, ha fatto una grande partita. Con la testa era qui alla Roma. Le cose che succedono non devono influire su un giocatore. Speriamo che continui così perchè è un giocatore importante per noi

Avete disputato un buon primo tempo, poi la sofferenza..
Abbiamo fatto una grande partita in generale, soprattutto nel primo tempo tranne che in occasione di quella palla lunga. Non ci si può permettere errori del genere perchè poi cambia tutto. Se fossimo rimasti sullo 0-2 sarebbe stata dura per loro. Ci sta anche soffrire, ma l'importante è rimanere dentro la partita. Poi la qualità è uscita fuori e abbiamo fatto il terzo

Come mai Roma ti è entrata nel cuore?
Facile, perché mi trovo bene qui. Non si può stare in un posto dove non si è felici ed a Roma sono felice