Parma-Roma, D'Aversa: «Gran merito ai miei ragazzi, hanno ben interpretato una partita non semplice»

10/11/2019 alle 20:18.
lp_10619853

Nel posticipo delle 18 della dodicesima giornata di Serie A ha visto la Roma battuta sul campo del Parma per 2-0. In commento alla partita, al termine del match, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti nella mixed zone dello Stadio Tardini l’allenatore dei ducali Roberto D’Aversa il quale ha dichiarato:

D'AVERSA A SKY SPORT

Vittoria netta a livello fisico e di organizzazione tattica. È il salto di qualità?
Questo gruppo con tutte le difficoltà che ha avuto, anche stasera quando abbiamo perso Gervinho, non doveva dimostrare continuità, quest’anno ci mancava solo una vittoria contro le grandi e stasera i ragazzi sono stati bravissimi contro una squadra forte come la Roma. Gran merito a questi ragazzi.

Concesso alla Roma solo tiri da fuori
Si la situazione più pericolosa è stata la punizione di Kolarov e la ribattuta sulla quale Sepe ha fatto una grande parata. Questa vittoria è merito di tutti, si è interpretata nel migliore dei modi una partita non semplice. I ragazzi hanno meritato questa vittoria contro una grande.


D'AVERSA IN CONFERENZA STAMPA

Se consideriamo le occasioni il risultato è meritato. Bravi i ragazzi a battere una squadra che sfrutta al meglio le proprie caratteristiche anche fuori casa. Se consideriamo il numero di infortunati e che si è ottenuto un risultato così importante, c'è soddisfazione per questi ragazzi che si costruiscono questi risultati durante la settimana. Abbiamo iniziato un percorso sin dal ritiro e laddove c'è la sfortuna di perdere Gervinho, c'è Sprocati che si è tolto delle soddisfazioni. Chi viene chiamato in causa è all'altezza, questo gruppo sta crescendo molto. Nel momento in cui tutti sposano la causa è più facile raggiungere l'obiettivo.

Ha impressionato il secondo tempo e il fatto che abbiate fatto la partita.
Se si pensa che Cornelius ha fatto tutta la partita vuol dire che questi ragazzi lavorano bene. Lo stesso Cornelius o Kulusveski partecipano molto alla fase difensiva, sono i primi a difendere a tenere la squadra corta. C'è stato un miglioramento anche nel baricentro, giochiamo anche più alti.

La mediana ha colpito.
Loro fanno rotazioni in cui Mancini si abbassa e Pastore diventa regista. E' chiaro che inizialmente puoi perdere riferimento, bisogna essere bravi a capirlo. I ragazzi hanno interpretato al meglio la partita, si è vinto non per la preparazione ma per come abbiamo interpretato la partita.

Cos'hai pensato al cambio di Gervinho?
Ero fiducioso su Sprocati che facesse una buona gara. Vedo gli allenamenti, so cosa possono darmi. Ha potenzialità enormi, la mia felicità è che abbia determinato lui. Gervinho mi auguro si sia fermato in tempo e non sia grave. Per Gagliolo solo crampi.

La Roma era un po' stanca?
La Roma è una squadra forte e ha speso molto giovedì. Nel finale era normale ne avessimo di più, dovevamo essere bravi a tenere in equilibrio la partita, se analizziamo il primo tempo però abbiamo avuto circostanze clamorose e nel complesso della gara dovevamo essere bravi a leggere il momento della partita. A differenza di altre volte, il loro portiere è molto bravo con i piedi e non ti permette il pressing.