Fifa, Infantino: "Il calcio senza tifosi non è lo stesso, stiamo lavorando per riportarli negli stadi in sicurezza"

06/06/2020 alle 14:14.
infantino-pp-uefa

"Su un argomento molto importante, cioè il calendario delle partite internazionali, sono felice di informarvi che abbiamo fatto buoni progressi. Confrontandoci con le diverse parti interessate, siamo più vicini a presentare una soluzione equilibrata, che tenga conto delle sfide e delle esigenze di tutti". A parlare così è il presidente della Fifa Giovanni Infantino in un videomessaggio indirizzato alle 211 federazioni. Poi il numero uno della Federcalcio mondiale ha proseguito: "Avete visto le raccomandazioni mediche che abbiamo presentato la scorsa settimana, a supporto della roadmap per il riavvio delle competizioni, che tengano presente il principio più importante: la salute viene prima di tutto! Anche la nuova possibilità di effettuare cinque sostituzioni ha lo stesso scopo: proteggere la salute, in questo caso dei nostri giocatori. La salute pubblica deve restare la nostra priorità, senza dimenticare il benessere di giocatori, arbitri e tutti coloro che partecipano a ogni attività calcistica. Il calcio è già ricominciato o sta per farlo in diversi paesi. Questa regala speranza per il futuro a noi e a tutti gli appassionati del mondo. Tuttavia, dobbiamo anche comprendere e rispettare decisioni diverse da questa, specie da parte di coloro fra noi che hanno ancora bisogno di tempo per assicurarsi che la ripartenza avvenga in modo sicuro per tutti". "Ognuno di voi ha il mio sostegno e il sostegno della FIFA. Non c'è una sola risposta giusta da dare a tutte le situazioni. Ogni paese è diverso perché ha contesti diversi e nessuno meglio di voi conosce il modo migliore per affrontare questa enorme sfida. Tolleranza e comprensione sono importanti, specialmente in questi giorni. E non dimentichiamoci che ci deve essere sempre uno spazio per i tifosi. Il calcio senza spettatori non è ovviamente lo stesso, ma bisogna avere pazienza nel considerare il momento giusto per riportare i tifosi negli stadi. Continueremo a lavorare instancabilmente, ma anche con discrezione e rispetto per andare oltre queste misure temporanee, e per poter garantire che i tifosi siano riammessi in modo sicuro e responsabile negli stadi. Cari amici, questo è il momento di lavorare insieme, di condividere esperienze e di aiutarsi a vicenda" ancora Infantino. "Dobbiamo mostrare unità in tutti gli aspetti del calcio e fare in modo che il calcio possa riprendere nella sua globalità. Questa è la nostra priorità e anche il nostro piano di aiuti finanziari seguirà questo principio. In uno spirito costruttivo di consultazione che cerca di portare benefici a tutto il calcio, la FIFA sta lavorando duramente per presentare nelle prossime settimane una soluzione ottimale e positiva al Consiglio FIFA. Stiamo sviluppando un sistema che sia gestibile, ma che sia anche basato sulle esigenze. Vogliamo che il piano di agevolazione finanziaria abbia un'ampia copertura che includa il calcio femminile e che operi in modo moderno, efficiente e trasparente. Ciò significa avere una solida struttura di governance, che garantisca anche la responsabilità sulle modalità di assegnazione dei contributi finanziari".