FOTO E VIDEO - Circo Massimo, scontri e disordini durante la manifestazione degli ultrà: cariche su giornalisti e forze dell'ordine. 8 i fermati dalla polizia, Raggi: «Prepotenze inaccettabili»

06/06/2020 alle 16:06.
whatsapp-image-2020-06-06-at-15-57-54

DAL CIRCO MASSIMO EMANUELE ZOTTI - Giornata movimentata, quella di oggi, nel centro di Roma, dove al Circo Massimo è andata in scena una manifestazione di protesta da parte degli ultrà italiani, accompagnati da Forza Nuova, contro il governo e le politiche economiche attuate durante l'emergenza Coronavurs. La protesta, però, è ben presto degenerata in guerriglia urbana, con gli ultrà che hanno caricato contro giornalisti e forze dell'ordine.

LIVE

19.15 - "Le violenze da parte di alcuni gruppi di neofascisti, oggi al Circo Massimo, sono vergognose. Roma condanna queste prepotenze inaccettabili". Dura la risposta su del sindaco di Roma Virginia Raggi, che condanna la manifestazione che si è svolta oggi al Circo Massimo ed esprime solidarietà ai giornalisti e ai membri delle forze dell'ordine coinvolti negli scontri di oggi pomeriggio.

16:47 - Sarebbero 8 al momento i fermati per i disordini avvenuti durante la manifestazione di Forza Nuova e gruppi ultras a Circo Massimo. Secondo quanto si è appreso, loro posizione è ora al vaglio.

(ansa)

16:33 -  A far scattare la miccia degli scontri al Circo Massimo sarebbe stato il rifiuto opposto ad alcuni manifestanti alla richiesta di spostarsi verso il Quirinale o, secondo l'alternativa proposta, a Montecitorio. Da qui il lancio di bottiglie contro le forze dell'ordine schierate a protezione di via della Greca e le bombe carta che hanno guastato la pace apparente della manifestazione al Circo Massimo

(adnkronos)

16:20 - Un gruppo di una ventina di giovani vestiti di nero e con i cappucci della felpa tirati su, proveniente da viale Aventino, ha aggredito altri manifestanti. Sono ripresi cosi gli scontri tra opposti schieramenti in una manifestazione che avrebbe dovuto avere un obiettivo comune. Un fumogeno lanciato dalla piazza verso la strada ha causato un principio di incendio. Per spegnere le fiamme è intervenuta la polizia con degli idranti

(adnkronos)

16:15 - Dopo i primi disordini ci sono nuove tensioni tra gruppi di manifestanti che si stanno avvicinando nuovamente verso le forze dell'ordine in tenuta anti-sommossa e ai giornalisti. «Venite qua state rovinando tutto» dice un manifestante al megafono invitandoli a rientrare all'interno di Circo Massimo. La polizia ha schierato anche un mezzo idrante.

(ansa)

15:30 - Tutto è nato da un diverbio tra il responsabile di Forza Nuova Giuliano Castellino e il blogger di destra Simone Carabella, che stava rilasciando delle dichiarazioni ad un giornalista. L'uomo è stato fermato dall'esponente FN in modo brusco in quanto "non autorizzato a parlare". E' partita così una lite interna che è poi sfogata su giornalisti e fotografi presenti, con un operatore televisivo rimasto ferito. Sul posto sono giunti i blindati della polizia e il reparto Celere, che hanno riportato l'ordine radunando i manifestati sotto il palco. A farne le spese, per il momento, un tifoso del Brescia arrestato dalle forze dell'ordine.