LA SFIDA NELLA SFIDA: Under vs Chiesa

03/11/2018 alle 10:21.
84ab5aaa-fac3-497b-9059-6ba37a956367

LAROMA24.IT -  Un -Roma ad alta velocità. Sarà così per Cengiz Under e Federico Chiesa, due tra i giovani talenti più promettenti del campionato italiano ma che, allo stesso tempo, nei rispettivi club di appartenenza hanno già dimostrato di essere pronti a fare la differenza attirando così anche le attenzioni di diversi top club europei e non solo.
Federico infatti, dopo essersi calato dei panni del trascinatore della Viola nel finale della scorsa stagione (realizzando 6 gol e 9 assist), ha acceso la fantasia di diversi presidenti e direttori sportivi: tra questi anche Monchi che durante la scorsa estate ha tentato più volte di portare il classe ’97 a Trigoria senza riuscire però ad abbattere il muro eretto da Corvino e Della Valle, disposti a tenerlo almeno un’altra stagione a Firenze per poter capitalizzare al massimo la sua cessione.
Discorso simile per Cengiz, arrivato a Trigoria dalla Turchia l’estate scorsa tra lo scetticismo generale (anche a causa dei 14 milioni spesi per il suo cartellino), ma che nel girone di ritorno si è trasformato nella vera rivelazione della squadra di , capace di realizzare un gol fondamentale per il passaggio del turno in in caso dello Shakthar Donetsk agli ottavi di finale.

INVERSIONE DI FASCIA – Rispetto alla scorsa stagione Chiesa sembra aver cambiato (almeno parzialmente) fascia a causa dell’arrivo di Pjaca: Pioli infatti da inizio stagione ha deciso di schierare il croato a sinistra e Federico a destra, con la possibilità di invertire le rispettive competenze a partita in corso nel caso fosse necessario. Aver cambiato zona d’azione però non sembra aver influito sui numeri di Chiesa, che da inizio stagione ha giocato dieci gare su dieci realizzando  due gol e altrettanti assist, mettendo sempre in campo la grinta e la tigna che hanno fatto innamorare di lui il pubblico fiorentino (e che adesso teme di vederlo partire in estate verso club più ambiziosi e competitivi).

COSE TURCHE -  Quello che impressiona più di Under è la crescita avvenuta dal suo arrivo in Italia fino ad oggi. Il turco nel suo secondo anno in giallorosso oltre ad aver realizzato  tre gol e cinque assist tra campionato e ha già totalizzato 572 minuti, quasi la metà di quelli totalizzati durante la scorsa stagione. Numeri importanti, che anche in questo caso hanno attirato le attenzioni delle big europee sul giovane Cengiz. Nelle scorse settimane si è parlato prima di un’offerta da 50 milioni del Bayern per gennaio, poi addirittura dell’ pronto a mettere sul piatto 70 milioni. La sensazione è che, per ora, si tratti di fantamercato, o almeno è la speranza di tutto il mondo romanista, terrorizzato all’idea di veder partire un altro gioiello per consentire alla società di realizzare l’ennesima plusvalenza.