LA SFIDA NELLA SFIDA: Di Francesco vs Longo

26/09/2018 alle 16:48.
longo-vs-di-francesco

LAROMA24.IT (Matteo Arceri) - La partita di mercoledì sera (ore 21), turno infrasettimanale valevole per la sesta giornata di campionato, non è solo la sfida tra Roma e , ma è anche l’incontro fra due squadre che in questo momento vivono una situazione di profonda crisi. Da una parte i giallorossi che, dopo la cocente sconfitta di , si trovano in ritiro a Trigoria per meditare sui problemi che stanno attanagliando la squadra e soprattutto trovare le possibili soluzioni, dall'altra i ciociari che rimangono relegati alla penultima posizione in classifica con appena un punto e con 0 gol segnati. Gli ultimi risultati conquistati da entrambe le squadre mettono a serio repentaglio la stabilità delle  panchine di  Eusebio e Moreno Longo, i quali devono trovare un’immediata vittoria per allontanare l’ipotesi di un eventuale esonero.

LA COFUSIONE TATTICA DI DI FRANCESCO - Dopo una stagione esaltante come quella dell’anno scorso, dove la Roma aveva conquistato il terzo posto in classifica in Serie A e sfiorato la finale di League distante solo un gol, la società di James ha deciso di continuare a dare fiducia al proprio allenatore tanto da rinnovargli il proprio contratto fino al 2020, con la speranza di replicare, se non di migliorare, quanto fatto la stagione precedente. I risultati fin qui maturati prospettano però uno scenario diverso. L'ultima vittoria della squadra giallorossa risale a più di un mese fa, quando segnò la rete decisiva nella prima di campionato contro il Torino. Da lì solo due pareggi, con Atalanta e Chievo, e tre sconfitte, con Milan, e . Tali risultati sono frutto probabilmente di una confusione tattica che alberga nella testa di il quale sembra aver smarrito quelle certezze di cui godeva qualche mese fa, soprattutto dopo la rivoluzione apportata dal ds Monchi nella rosa giallorossa dove ha visto la cessione di importanti giocatori, come , e , e l'acquisto di 12 nuovi elementi che non riescono ancora a metabolizzare il gioco che vuole il tecnico. Inoltre, ed è quello che chiede con insistenza l'allenatore abruzzese, in questa squadra manca quella cattiveria e determinazione necessaria per riuscire a vincere le partite, insomma manca carattere. Tutto ciò ha fatto sì che in casa romanista si facessero già i nomi dei possibili sostituti che potrebbero sedere sulla panchina giallorossa tra cui , Montella e Paulo Sousa.

LONGO HA BISOGNO DEL TEMPO CHE NON C’È - Anche il è reduce da una stagione positiva. Retrocesso in Serie B nel 2016, la squadra allora allenata da Pasquale Marino tenta l’immediata promozione già l’anno seguente, arrivando terza in classifica e approdando alla fase dei play off, ma la cocente sconfitta rimediata in semifinale contro il Carpi relega i frusinati in B e il tecnico a dimettersi. Al suo posto viene chiamato Moreno Longo che, riuscito a portare il gruppo giallazzurro in terza posizione, entra nuovamente nella fase play off dove questa volta vince la finale con il Palermo e approda in Serie A. Il debutto nel campionato delle grandi, però, non è iniziato nei migliori dei modi con un pareggio e 4 sconfitte, con 0 gol segnati e 12 subiti. Anche il , come la Roma, ha subito una rivoluzione radicale all'interno della rosa. Infatti al club frusinate si contesta una campagna acquisti che ha visto l’arrivo di molti giocatori, creando un problema di amalgama nel gruppo, i quali non mettono il carattere e l’impegno giusto per trovare la via della rete. Tuttavia di questo se n’è lamentato anche lo stesso Longo al termine del match con la : “Questo è un gruppo formato da tantissimi acquisti nuovi che ha bisogno di tempo”. Ma, come sa bene anche , la Serie A non concede tempo e, infatti, si fanno già i nomi di Iachini, Zenga e Nicola come possibili sostituti del tecnico torinese.

GLI SCONTRI TRA I MISTER - Sono 4 le volte in cui ha incontrato il : due volte da tecnico del in Serie B, pareggiando entrambe le partite, e due volte da allenatore del in Serie A di cui una pareggiata 2-2, l’altra vinta per 0-1 grazie alla rete decisiva di Matteo Politano. Invece Moreno Longo non ha mai avuto occasione di giocare contro la Roma né tanto meno contro Eusebio .