LA SFIDA NELLA SFIDA: Salah vs Iago Falque

18/02/2017 alle 16:17.
salah-vs-iago

LAROMA24.IT (Francesco De Sio) - E' una domenica apparentemente come tante quella del 26 settembre 2016 e mancano circa 10 minuti alle 14. L'ex romanista (e chi sennò) sigla la propria doppietta personale marcando il gol del definitivo 3-1 allo stadio Olimpico Grande Torino e spedisce i giallorossi sull'orlo del baratro. La Roma, alla seconda sconfitta in appena 6 gare, tocca il punto più basso del proprio campionato a un mese esatto dallo 0-3 casalingo contro il Porto. , fra i protagonisti più attesi, ha deluso nelle sue prime uscite stagionali e la gara di Torino certifica il momento no dell'egiziano. Dopo quella gara, gli uomini di collezioneranno 14 vittorie, 1 pari e 3 sconfitte, arrivando un girone dopo alla sfida contro i granata per continuare la caccia alla e chiudere il simbolico "cerchio".

IL RISCATTO DELL'EX - Poco impiegato alla Roma, ha salutato senza rancori i compagni a Trigoria in cerca di un'opportunità che potesse rilanciarne la carriera dopo i fasti di Genova. Lo spagnolo, protagonista di 27 presenze e 3 gol nella sua unica stagione all'ombra del Colosseo, è finito ai margini del progetto tecnico romanista con l'arrivo di e la scelta di rilanciarsi in granata lo ha ripagato fino ad ora con ben 10 reti nell'arco di 21 apparizioni stagionali. Esterno d'attacco dotato di buona tecnica e ottima vena realizzativa, vanta anche un'intelligenza tattica superiore alla media che sopperisce ad una velocità di punta non eccelsa. Non è un caso che dal suo arrivo nella Capitale avesse sempre preferito utilizzarlo da centrocampista offensivo, arretrandone di alcuni metri il raggio d'azione. Sotto la guida di Mihajlovic invece la musica è cambiata e il galiziano, titolare fisso del tridente offensivo granata, ha ritrovato fiducia nei propri mezzi, fornendo con continuità prestazioni di livello condite spesso da gol e assist.

VICE MOMO? - Contestualmente al riscatto personale, per Iago è arrivato anche il riscatto da parte del presidente Cairo, che a gennaio ne ha acquistato il cartellino a titolo definitivo per circa 6,5 milioni di euro. La Roma, dal canto proprio, si è ritrovata in questa stagione senza una valida alternativa a , infortunatosi a inizio dicembre poco prima di partire per la Coppa d'Africa, e ha optato di fatto per un cambio di modulo. Se da una parte il passaggio alla difesa a 3 ha blindato la porta (7 clean sheets per negli ultimi 10 impegni di Serie A), dall'altro ha drasticamente ridotto la media gol dei giallorossi (1,7 gol a partita contro i 2,4 delle prime 14 gare). Con la dirigenza giallorossa che ha provato per tutto il mercato a rinforzare il reparto offensivo con profili polivalenti, forse, il ammirato fin qui a Torino sarebbe potuto tornare utile sia per duttilità tattica sia per la predisposizione naturale ad occupare la zona destra dell'attacco, fungendo di fatto da vice . Intanto domenica, all'egiziano tornato a pieno regime fra i titolari, spetterà il compito di riprendersi definitivamente la Roma, magari proprio chiudendo il "cerchio" del match d'andata...