PARMA-ROMA: le pagelle. CRISTANTE "Kobe Bryan" 7 - ZANIOLO "Pane duro" 6

29/12/2018 alle 18:01.
parma-vs-roma-serie-a-tim-20182019-28

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - La mano di Olsen, il gigante Cristante, il pane duro per Zaniolo, l'ultimo botto di Under e la fiducia guadagnata da : si chiude così, a due punti dal 4° posto, il 2018 giallorosso. Al brindisi del 31, qualcuno si ricordi della Roma al momento di esprimere un desiderio per l'anno che sarà.

OLSEN 7 - La mano che chiude la porta ai fantasmi è quella alta di Robin che tiene tutto com'è.

6 - Nel primo tempo vive col compendio del bravo terzino a portata di mano per non perdersi tra coperture, scalate e diagonali. Risponde a tutto.

6,5 - La sua velocità sembrava l'unico scudo possibile per arginare i cavalli di Gervinho e Biabiany. S'arrende al dolore nel momento migliore. DAL 60' JESUS 6 - Va in pista quando c'è già la safety car. Chiude senza toccare i cordoli.

6 - A pensarlo lì in mezzo, con quei due a sfrecciargli accanto bisognava sedersi e stendere le gambe. Superato il primo tempo, però, ristabilizza i battiti.

KOLAROV 6 - Posiziona il mirino un paio di volte indolenzendo i corpi di chi gli si frappone.

CRISTANTE 7 - Aveva preso centimetri partita dopo partita, oggi fa il gigante: inghiottisce ogni rimbalzo di centrocampo ridistribuendolo in comodo possesso a favore, per poi saltare addosso a ogni passante innalzandosi ancora col terzo tempo che piega la partita. Kobe Bryan.

NZONZI 6 - Fatica a star dietro a Deiola che gli balza alle spalle, ripreso dall'affanno ritrova anche ordine e palleggio.

UNDER 7 - Esce dal cappello come in un trucco di magia solo una volta per tutto il primo tempo e per poco Kluivert non ne raccoglie i frutti. Il vantaggio ne semplifica oltremodo la prestazione trovando spazi e soddisfazioni maggiori, oltre a sparare l'ultimo colpo romanista del 2018. Buon 2019.

ZANIOLO 6 - Manda giù un bel tozzo di pane duro di Serie A. Fa bene all'organismo. DAL 74' LO. PELLEGRINI 6,5 - Un quarto d'ora per ricordare quanto era mancato: fluttua tra le linee procurando lo 0-2 e per poco non fa felice anche Schick.

KLUIVERT 6,5 - La potenza è nulla senza controllo, dicevano. E lui lo conferma: s'infiamma ma al momento di selezionare la giocata si lascia cadere tutto dai piedi, però il velo con cui dà la scena a Pellegrini per il secondo gol è un'idea che viene a pochi.

6 - Centro gravitazionale dell'attacco, pare donare maggior armonia allo scorrimento offensivo con la sola presenza. La brillantezza è ancora altrove, come spiegano i tiri più pericolosi per i portieri alle spalle di Sepe che per il del Parma. DAL 83' SCHICK SV - Buon anno.

DI FRANCESCO 6,5 - Al giorno del giudizio trova altri 3 punti e, più di tutto, una prestazione seria e costante della squadra che impone le proprie volontà in una partita che faceva venire anche più di un prurito ad immaginarla. "L'anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va..." guardando la classifica.

@MirkoBussi