NAPOLI-ROMA: le pagelle. OLSEN "Gigante e buono" 7 - MANOLAS "Mano...last" 7

28/10/2018 alle 23:24.
napoli-vs-roma-serie-a-tim-20182019-12

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - L'arte di arrangiarsi non basta alla Roma. Finisce 1-1 al San Paolo ed il risultato, purtroppo più che per fortuna, è l'unica cosa pari tra la squadra di e quella di , ma questo appare come una scoperta soltanto a chi è sprovvisto di pay-tv o di tempo libero per sbirciare cosa succede calcisticamente fuori dal raccordo.

Il talento che fuoriesce dagli scarpini degli attaccanti permette di creare dal nulla, o quasi, lo 0-1 che eroicamente (o casualmente?) regge fino all'estremo. Anche per i meriti di Olsen e .

OLSEN 7 - Il gigante è buono. Magari è ancora primitivo nell'interpretazione del ruolo ma fa ciò per cui vengono al mondo i portieri: parare.

SANTON 6 - Guadagna lustro con lo slalom estemporaneo a cui dà senso compiuto con l'assist per . Dietro usa lo scotch dove necessario.

7 - Mano...last. All'ultimo arriva Kostas, a regolarizzare battito e respiro interrotti dal vedere Insigne o simili pronti a colpire su Olsen. Opposizione. DAL 75' 6 - Riesce a sfocare le imprecazioni per l'uscita di .

JESUS 6 - Trova conforto all'ombra di .

KOLAROV 5 - Gli era già sfilato Callejon nell'inserimento che ormai ne è diventato un marchio registrato, poi sulla prolungata azione dell'1-1 non s'accorge di Mertens che aspettava gloria dietro di lui. Colpito alle spalle.

6 - Ne ha per poco ma per quel poco sorregge. DAL 42' CRISTANTE 5,5 - Il cambio s'accusa nel tempo, col logorio di uscite a vuoto in pressione che poi paga in riflessi al momento di sottrarre le traiettorie interne al .

NZONZI 5,5 - Di palleggio ce n'è poco da fare, così gli resta da andare a caccia. Nel sacco un'ammonizione e tante energie disperse.

UNDER 6,5 - Da piccolo mago, tira fuori dalla destra il pallone che darà il gol ad . Pausa scenica e di nuovo luci sul turco che stavolta apre a le porte del viale verso Ospina. Poi finisce fuori tema per obblighi di partita. DAL 64' 5,5 - Neanche il tempo di entrare che pare già in affanno. Indisponibile.

LO. PELLEGRINI 6,5 - I due palloni che escono, con costrutto, fuori dalla metà campo romanista nel secondo tempo lo fanno per merito suo. Che poi posa la stilografica e si mette a remare nel mezzo.

6,5 - Fa la cosa più preziosa della partita: il gol. Che almeno veste la sofferenza calcistica in resistenza almeno fino al novantesimo. Dà quel che chiede la squadra: avvicinando quella chimera del passaggio da calciatore a giocatore.

5,5 - Mette timbro e qualità ai palloni che gli sono concessi ma la squadra è obbligata a trincerarsi anche per la sua indisponibilità a portare la prima pressione. Sufficiente per sé, insufficiente nell'economia collettiva.

DI FRANCESCO 5,5 - La differenza di recitazione col è da far arrossire o giù di lì. Forse perché la squadra di personifica la parte, quello che non riesce ai suoi. Che tagliano il pane in due, mettono in mezzo quel che trovano e saziano la fame della classifica con un punto.

@MirkoBussi