TORINO-ROMA: le pagelle. DZEKO "E alla fine arriva Edin" 7,5 - KLUIVERT "Profuma di buono" 7

19/08/2018 alle 20:52.
torino-vs-roma-serie-a-tim-20182019-59

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - Fin dal principio la Roma svuota tutte le sensazioni umane disponibili in natura. Dalla preoccupazione per Olsen nella sofferenza di inizio secondo tempo, al lento risveglio, alle speranze di Kluivert che portano all'estasi di . Ben tornata, Roma.

Estraneo alla massa romanista pare ancora Pastore,  è tale solo di nome per oggi, Kluivert abbaglia.

OLSEN 6 - Vogliamo immaginare che si sia ricoperto le mani di sapone tra un tempo e l'altro per giocare con le inquietudini di chi l'aveva messo in dubbio prima di conoscerlo. Il Var gli funzione da salvavita poco dopo, poi si dimostra del mestiere ribattendo quel che gli recapitano.

6,5 - Per un tempo allinea Berenguer con gli altri difensori, nella ripresa il duello riprende sembianze umane.

6,5 - Dove non arrivano gli altri, arriva di certo Kostas. Pesca tutto ciò che cade oltre la linea difensiva romanista.

5,5 - Buffering. Come per la prima uscita di Dazn, anche la connessione dello sterminato corpo dell'argentino pare richiedere qualche test in più tra costruzioni farraginose e rallentamenti vari.

KOLAROV 6 - Inizia come aveva finito: occupandosi in splendida autonomia dell'uscita dal basso della Roma. In mezz'ora fa di tutto, compreso eliminare dal campo De Silvestri e inaugurare la collezione di legni stagionale. L'effetto, però, dura mezz'ora o poco più.

6 - Offre quel che gli è consentito da mezzala destra: pressione costante sugli avversari e appoggi basilari.

6 - Ringrazia per la fascia nazionale ma sceglie comunque un laccio rosso a segnare i gradi da capitano. Per alzare la linea del pressing rischia di appiattire il centrocampo e lasciarsi spazio da rincorrere alle spalle. Risolve i rischi con un pensiero tattico ben superiore a chiunque lo affronti o circondi.

PASTORE 5 - Un calcio geometrico come quello nelle intenzioni di , inevitabilmente, rischia crisi di rigetto, almeno inizialmente, sulla libertà di un fantasista riposto a mezzala. Trova scorci di luce tra le linee quando s'alza ad esterno sinistro ma è lì che inclina il giudizio sbagliando tempi e scelte negli assist e davanti a Sirigu. DAL 75' SCHICK 6 - L'intoccabilità di , portata in evidenza al 90', lo costringe sulla destra. Anche da lì, comunque, mostra segni di respiro.

UNDER 6,5 - Venticello offensivo che rigenera l'attacco romanista fin troppo statico per un tempo. DAL 70' KLUIVERT 7 - Profuma di buono. Ha talento di fuoco negli scarpini e, aggiunta di gusto, sembra divertirsi da matti a soffiarci sopra davanti agli avversari fino a farsi inseguire da tutti quelli che incontra sulla strada che porta al cross dello 0-1.

7,5 - E alla fine arriva Edin. Quando sembrava aver esaurito i colpi sul palo, nel mezzo di una partita stanca, apre il sinistro a dar nuova e più profonda direzione al pallone. L'unica cosa che supera la bellezza del gesto tecnico è l'esultanza che segue.

5 - Borderline. Ai confini della partita. DAL 60' CRISTANTE 6,5 - Offre fisicità e nuove scorte nell'alzare l'altitudine del pressing, quella che pare una risorsa vitale per l'organismo romanista.

DI FRANCESCO 6 - La sensazione è che dovrà fare l'alchimista per gustare nel profondo una rosa che offre un'incredibile varietà di soluzioni: a cominciare da oggi, dove la carta Kluivert fa saltare i piani di una partita tutt'altro che accomodante.

@MirkoBussi