QARABAG-ROMA: le pagelle. MANOLAS "Greco di tuffo" 7 - GONALONS "Minime" 4,5

27/09/2017 alle 20:34.
fbl-eur-c1-qarabag-roma

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - La Roma deve arrivare fino in Azerbaijan per ritrovare la vittoria europea ma sul volo di ritorno metterà in stiva poco altro rispetto ai 3 punti e alla conseguente gradevole sensazione. Calcisticamente rimane impressa sul campo la sequenza di combinazioni e movimenti che porta allo 0-2, mentre la squadra sembra rifiutare l'idea di dover mescolare per un'ora e mezza i propri scarpini luccicanti con i mizuno qualsiasi di uno del campionato azero. E ancor peggio, quando si rende conto che sarà necessario farlo, viene colpita da un'artrite improvvisa che la rende immobile o giù di lì.

è l'unico tra i titolari a salire oltre la semplice sufficienza, Gonalons è il peggiore seguito da Jesus, Defrel e .

6 - Ai conti, lavora più di voce che di mani. Sufficienza per la dizione.

5,5 - "Quant'è che non passa il 25?" ci si chiede sulle fermate che compongono il rettilineo destro. Arriva con 60' di ritardo, in linea con le abitudini romane, e va al tiro. Poi in rimessa.

7 - In famiglia, un rompiscatole ci vuole. Non sarà il primo che ti viene in mente per una cena fuori ma se dopo 7 anni si risale sull'aereo sorridenti è grazie a lui. Stappa la partita e poi trattiene, quasi da solo, le bollicine del Qarabag. Greco di tuffo.

JESUS 5 - Il vento sbatte forte, soprattutto nella ripresa, da quel lato, dove Kolarov lo lascia spesso al suo destino. E quando la palla sta a lui, come nel primo tempo, non è che il meteo migliori.

KOLAROV 6 - Per un tempo vive di prepotenze, rubando la merenda a chiunque s'affacci da quel lato oltre a mettere in forno quel gustosissimo tracciante che apre in due gli schieramenti avversari, come quello che apre la strada allo 0-2. Ripresa faticosa a cercare di sedare le rivolte dei primini.

PELLEGRINI 6 - Un grillo. Di "best moment" resta il colpo al volo che potrà rivendere come assist per , se accetterà di sporcarsi più spesso gli scarpini l'attende lunga gloria. DAL 82' SV - Per far abbassare lo sguardo agli altri.

GONALONS 4,5 - Più che Maxime, oggi è "Minime". Ndlovu lo prende in consegna e gli toglie ogni attimo di felicità, oltre a un mucchio di palloni tra i quali trovare l'1-2. Mancava soltanto che piovesse. E infatti succede poco dopo. DAL 67' 6,5 - Tranquillante.

6 - Sotto le note tecniche c'è ben poco, oltre al movimento che permette l'innescarsi di combinazioni culminate nello 0-2. Sufficiente è la capacità di sporcarsi la maglia anche davanti al Qarabag.

DEFREL 5,5 - Free Defrel, chiederanno amici e parenti. Magari la posizione non sarà la causa di tutti i mali, però da lì sembra faticare a mettere in moto le sue leve. Si fa apprezzare per uno spunto poi offerto ad , disprezzare per l'occasione fallita tete-a-tete con il avversario. DAL 58' 6 - Razionalità.

6 - Una cosa bella e una brutta. La bella andrà in ripetizione sulle sigle della giornata di vista la girata incantevole con cui schiaffeggia in porta il pallone. Quella brutta è la maglia immacolata con cui lascia il campo, simbolo che quando doveva ispessirsi per mettere al caldo i palloni sputati dall'altra metà campo non era reperibile.

5,5 - Un colpo di tacco respinto, uno di testa parato. Riempie il foglio con l'assist per lo 0-2. Minimalista.

DI FRANCESCO 6 - Lo sviluppo dello 0-2 è una gradevole recita dei suoi versi calcistici. Le fondamenta comportamentali della squadra, però, non permettono ancora di costruire solide aspettative. Nota di merito: riesce ad estrarre la vittoria dalla roccia della trasferta di . Montella, e ci provavano dal 2010.