LIONE-ROMA: le pagelle. ALISSON "Postponi" 6,5 - DZEKO "Dalla punta arrotondata" 5

10/03/2017 alle 00:09.
lr24-alisson-lione-roma

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - Riavviare. Dopo l'ultimo strappo a San Siro, la Roma ha sgualcito il percorso di campionato, Coppa Italia e ora Europa League, rendendo palese il proprio malessere.

è il migliore, l'altro ad agguantare la sufficienza, , Jesus, gareggiano nella gara al peggiore.

6,5 - La lista dei Becker famosi è pronta ad aggiungere un nuovo capitolo: il brasiliano dall'affidabilità tedesca che postpone il più possibile la fastidiosa suoneria francese.

5 - I soccorsi per sulla destra sono spesso ritardatari, rifiuta quasi ideologicamente di costruire l'azione, per cui passa in giudicato per i duelli individuali dove raccoglie poche soddisfazioni e un abbondante .

5,5 - La testata dell'1-2 gli fornisce un credito dilapidato tra la punizione causata per il vantaggio francese e le frequenti scelte sbagliate nei tempi d'uscita.

JESUS 5 - Gioca stando attento a dove mettere i piedi, così prova a camuffarsi da neutrale agli attacchi del Lione, senza immergersi nei duelli come quando generosamente Fekir verso il tiro del 2-3. Svizzero.

4,5 - Già andrebbe guidato con un joystick in mano ad una mente più esperta, poi Valbuena comprende che da quel lato può comporre un 2 contro 1 letale per il brasiliano acuendo la sua imprevedibilità offensiva, nell'accezione peggiore del termine.

5 - Gira in campo con un gancio che rotea per catturare avversari, progressivamente però la gettata si affievolisce fino a trascinarlo a terra.

5,5 - L'importanza di avere sale in superficie quando lascia il campo e davanti a e soci si apre un'inquietante pista da ballo per i circensi dell'attacco del Lione. DAL 82' 5 - Per conformazione naturale poteva poco probabilmente, ma col suo ingresso si svuota il centrocampo.

5,5 - Prestazione intermittente.

5 - Lo specchio della Roma: da fuoco pirotecnico a candela esposta al vento. DAL 85' SV - Due battute balbettate.

6 - E' il veleno più nocivo per la difesa avversaria, frulla dall'esterno verso il centro puntando vortiginosamente la profondità dove scova l'1-1 addirittura di destro scoprendosi bipede anche al tiro.

5 - L'Edin letale si riscopre con la punta arrotondata proprio nel momento più caldo della stagione.

SPALLETTI 4,5 - La profezia di sventura annunciata a gennaio si è inevitabilmente manifestata, senza che lui riuscisse nel frattempo a farsi in casa un abito più lungo da potergli garantire di superare l'inverno. E' come se la qualità dei calciatori avesse superato la potenza dei suoi concetti calcistici, tanto che le forze individuali, anche se residue, vengono preferite alla freschezza necessaria per disegnare la sua idea di calcio.