L'Inter di Spalletti

02/12/2018 alle 11:09.
img_8042-2

LAROMA24.IT (Chiara Ciotti) - “Mi ritorni in mente” secondo atto in scena al teatro dell’Olimpico con protagonista chi, lo scorso anno alla prima sulla panchina degli ospiti nello stadio che è stato casa sua, è uscito in trionfo, siglato da Icardi e Vecino per il 3-1 ai giallorossi macchiato dal rigore non concesso alla Roma per fallo di Skriniar su . Ritorna, ancora, Luciano , a Roma e per la seconda volta lo fa da avversario con un bottino che, alla seconda stagione sulla panchina dell’, recita 28 punti in classifica per in nerazzurri e 19 per la Roma di , che naviga in acque inquiete. Balbetta in campionato e procede spedita in , con il pass per gli ottavi di finale già acquisito, la formazione giallorossa affronta il passato che, accolto tra idillio e festa, ha salvato la malandata stagione cominciata con 2015/16, ma ha lasciato Roma tra polemiche, ingiurie e tradimenti per virare verso Milano, con il peso della bagarre .

LUCIO E IL DUOMO - E all’ombra del Duomo ‘Lucio’ ha importato il marchio di fabbrica sperimentato alla prima esperienza nella Capitale, il , portandosi in dote, al suo secondo anno in nerazzurro, . 9 vittorie, un pareggio e 3 sconfitte (con , Parma e Atalanta) il bilancio delle prime 13 giornate del campionato dei nerazzurri: 25 gol realizzati, 10 subiti e una cooperativa del gol seconda solo a Roma e Atalanta, sono 12 infatti i differenti marcatori mandati in rete dall' (giallorossi e bergamaschi a 13). Con la le sconfitte salgono a 5 (contro e Tottenham), a 11 le vittorie e un solo pari raccolto in Europa con il per 1-1: e un biglietto per gli ottavi, a differenza della Roma, ancora in bilico. , ma non solo. De Vrij, l’ex Lazio , Politano (prodotto del vivaio made in Trigoria), il ‘toro’ Lautaro Martinez, Asamoah, Vrsaljiko e il rivitalizzato Joao Mario sotto la cura , i nomi che hanno riempito il Centro Sportivo Suning in estate. 

SUL FILO DEL NINJA - Via il dente, subito: non scenderà in campo contro la Roma. Alla prossima, Ninja. "Vuoi vedere che ceden­do all’ e prendendo Nicolò Zaniolo l’affare l’abbiamo fatto noi?", si domandano a Roma, con l'ex 4 giallorosso che a Milano, complice anche gli infortuni, non ha ancora lucidato le caratteristiche di casa. "Dicono che l’affare lo abbia fatto la Roma? Io invece credo che sia sempre lo stesso, di testa e di fisico", assicura il mentore . Senza "l'alieno" e la sua esplosività, definizione cara al tecnico di Certaldo, incognita modulo per : via il consueto per far spazio al . Con Asamoah e la coppia Skriniar-Miranda sulla fascia destra favorito D'Ambrosio su Vrsaljko, tornato tra i convocati. A centrocampo, le chiavi della mediana affidate a Brozovic con Vecino ad agire da intermedio a destra con Joao Mario a completare il terzetto in vantaggio sulla geometria di Borja Valero. In attacco tridente con l'ex Politano, Icardi e Perisic.