La Spal di Semplici

19/10/2018 alle 14:37.
semplici

LAROMA24.IT – Finalmente si ricomincia. La seconda sosta stagionale del campionato è scivolata via e ora per la Roma arriva la prova del nove. O, in questo caso, la prova del sei, come le partite che i giallorossi avranno nell’arco delle prossime tre settimane. La prima sabato prossimo contro la Spal, l’ostacolo che sulla carta dovrebbe essere il più semplice da superare.

STOP AND GO – Una Spal che era stata un po’ la sorpresa di questo avvio di campionato. Tre vittorie nelle prime 4 partite, stesso identico rullino di marcia del più quotato , a soli tre punti dalla . Ma se la bella partenza aveva autorizzato a sognare una salvezza più tranquilla, per i ferraresi è poi arrivato un brusco risveglio nelle successive 4 partite. Il bottino di punti si è fermato ai 9 dello scorso mese, sono arrivati 4 ko con soli 2 gol all’attivo contro i 9 incassati.

CONTINUITA’ – Il ruolino di marcia attuale lascia come prospettiva un’altra stagione di passione per i biancoazzurri, dopo la salvezza conquistata nel finale della passata stagione. Quanto è bastato per dare continuità al progetto tecnico. Passato non solo per la presenza in panchina del tecnico Leonardo Semplici, artefice del triplo salto dalla vecchia Lega Pro alla massima serie, ma anche e soprattutto per il mercato estivo e per la conferma di molti di quei giocatori che hanno dato un contributo decisivo per la permanenza in A: Kurtic, l’ex giallorosso Viviani, Salamon, Gomis ma anche Paloschi (uno degli investimenti più onerosi, nonostante l’annata passata a fare da alternativa). Per finire, poi, con l’ammodernamento dello stadio Mazza.

FORMAZIONE – Continuità che si esprime anche nel modulo. Nelle prime uscite Semplici non ha cambiato spartito rispetto al suo solido e concreto 3-5-2. Per la Roma Semplici dovrà fare i conti con le assenze di Kurtic e Viviani, oltre che dello squalificato Felipe. Davanti a Gomis ci saranno Cionek, Djourou e Vicari, l’altro ex della partita (cresciuto nel settore giovanile giallorosso, ma laziale dichiarato) che nell’ultimo confronto si fece notare in negativo (suo l’autogol che aprì le marcature del 3-0 giallorosso). Sugli esterni il fresco uomo-mercato Lazzari (negli ultimi giorni circola con insistenza la voce dell’interesse del Torino) e Fares, in mediana Everton Luiz, Schiattarella e Missiroli e in attacco la coppia Petagna-Antenucci.