La Lazio di Inzaghi

29/09/2018 alle 11:03.
as-roma-v-ss-lazio-serie-a-15

LAROMA24.IT (Chiara Ciotti) - “Il derby è una partita a sé”, la sentenza unanime dei protagonisti a ingannare l’attesa mentre le lancette scandiscono i battiti e gli umori cittadini e corrono inesorabilmente verso l’ora più attesa, quando il pallone sarà al centro del campo e gli animi pronti a darsi battaglia nella stracittadina. Se per la Roma è l’occasione per scacciare le nubi della crisi portate in dote dalle sole 2 vittorie, con altrettanti pareggi e sconfitte alle prime 6 uscite stagionali e il ritiro, fino alla straripante vittoria sul nel turno infrasettimanale a dar respiro alla classifica a quota 8 punti, per la Lazio è la chance per infilare la 5 vittoria consecutiva e dimenticare le sconfitte contro e rimediate alle prime due uscite di campionato. Se per i giallorossi il derby può significare rinascita, per i biancocelesti può rappresentare la conferma.

CONSOLIDAMENTO - Mentre la Roma ha salutato , e tra gli altri ed ha accolto 12 volti nuovi a Trigoria, la Lazio ha puntato al consolidamento dello scacchiere di Inzaghi. Dopo l'annunciato addio a parametro zero di Stefan de Vrij giunto alla corte di all' e di Felipe Anderson volato in Inghilterra dal West Ham, Lotito ha respinto al mittente le avances dei club europei e italiani che hanno bussato alla porta biancoceleste per Milinkovic Savic, consacrando il talento serbo uno dei punti cardine di Inzaghi, dopo Immobile e Luis Alberto. Non solo le conferme, ma i biancocelesti hanno puntellato la rosa con l'esperienza di Francesco Acerbi dal e Milan Badelj, dal talento di Correa dal Siviglia. E tra indiscrezioni, litigate e telefonate rese pubbliche all'alba del campionato tra presidente e allenatore, la Lazio firmata Inzaghi ha messo in fila 12 punti in classifica collezionando 2 sconfitte e 4 vittorie e, a detta del suo allenatore, "il campionato corre" e non vogliono fermarsi.

CONFERME - Si affida al consueto 3-5-2 Simone Inzaghi per affrontare una Roma che non lascia punti di riferimento passando dal al . Confermato Strakosha a difendere i pali dei biancocelesti, Wallace, Acerbi e Luiz Felipe a formare il terzetto difensivo, con Stefan Radu che non è stato convocato viste le noie muscolari accusate nella partita contro l'Empoli del 16 settembre scorso. Rispetto al match infrasettimanale contro l'Udinese alla "Dacia Arena", torna Marusic a destra al posto di Patric, a sinistra confermato Lulic, con Parolo, Leiva e Milinkovic Savic a completare il centrocampo. In attacco Inzaghi punta su Luis Alberto a supportare l'unica punta, Ciro Immobile.