Il Cagliari di Lopez

14/12/2017 alle 17:56.
img_9144

LAROMA24.IT – Dopo il pari con il Chievo e le tante perplessità nate sulla poca incisività del reparto offensivo, per la Roma è tempo di ripartire. Tra due settimane c’è l’atteso big match con la , ma prima di arrivarci la formazione di dovrà superare in casa l’ostacolo Cagliari. Sulla carta non ci sarebbe partita, eppure la formazione sarda si sta riprendendo dopo un avvio complicato e resta un avversario da non sottovalutare per i giallorossi.

ANDAMENTO – Con 17 punti in classifica e solo 6 lunghezze di distacco dalla zona retrocessione, il Cagliari è in una posizione di momentanea tranquillità dopo la partenza shock di inizio stagione. Ad ottobre, alla fine dell’esperienza dell’ex tecnico Rastelli, la formazione sarda aveva raccolto solo 6 punti in 8 partite. Il cambio in panchina con il ritorno dell’ex bandiera Diego Lopez ha invertito parzialmente la marcia. Per il momento il bilancio del nuovo corso sono in equilibrio: 3 vittorie, 2 sconfitte (con Torino ed ) e 2 pareggi, l’ultimo conquistato in rimonta di sabato scorso con la Samp, che è valso il settimo punto in trasferta.

L’ALLENATORE – La cura Lopez finora ha prodotto la scossa che serviva. Dopo 12 anni in maglia rossoblu con tanto di fascia da capitano e poi le esperienze sulla panchina rossoblu nella gestione Cellino (prima come tecnico della Primavera, poi come vice di Pulga e infine la promozione alla guida prima squadra), il tecnico uruguagio è chiamato a condurre la formazione sarda verso una tranquilla salvezza. Le prime settimane della sua gestione sono state caratterizzate da prove tattiche, in cui ha alternato la difesa a 4 (soluzione da lui preferita) e quella a 3. Tra le principali novità del nuovo corso è da segnalare il cambio di ruolo di Joao Pedro, utilizzato da Rastelli come trequartista e che Lopez ha impiegato stabilmente da seconda punta.

FORMAZIONE – Dal punto di vista della forma fisica il momento attuale non sorride al Cagliari, che ha messo a referto ben 4 infortuni nel corso dell’ultima sfida con la Samp e altri 2 nelle ore successive. Finora Rafael è l’unico a disposizione, da valutare ancora le condizioni degli altri estremi difensori Cragno e Crosta. Dessena (stop di un mese) sicuramente non sarà della partita, in settimana problemi muscolari anche per Melchiorri. Per domenica potrebbero invece recuperare Faragò (uno dei giocatori più in evidenza negli ultimi mesi) e Ceppitelli, che potrebbe comporre il trio difensivo con Romagna e Andreolli. A centrocampo Cossu, Cigarini e il rientrante Barella comporranno la linea mediana, con e Padoin sugli esterni. In attacco Joao Pedro farà coppia con Pavoletti, l’acquisto più costoso della storia del club sardo che si è sbloccato nelle ultime giornate dopo un avvio tutt’altro che positivo.

EX – Due gli ex della partita. In casa Roma c’è , che ha militato a lungo in maglia rossoblu prima del suo trasferimento nella Capitale del 2014. Sulla sponda opposta c’è invece Marco Andreolli: alla Roma giocò di fatto una sola stagione (2009-10) senza avere occasioni per mettersi in mostra, anche se verrà ricordato per il gol in extremis al Fulham in Europa League che valse un insperato pareggio.

LR24