Il Genoa di Juric

27/05/2017 alle 18:57.
genoa-juric

LAROMA24.IT – Ultimo atto della stagione in arrivo. E sarà l’ultima volta con la maglia della Roma di . L’ultima passerella all’Olimpico per il capitano coincide con una gara altrettanto cruciale per la formazione di Luciano , che dovrà fare risultato per tenere lontano il e conquistare così il secondo posto che vale l’accesso diretto alla prossima . 30 milioni in ballo sulla via di Genova: gli azzurri sfideranno la Samp a Marassi, mentre i giallorossi ospiteranno il

SALVEZZA - Due partite che sulla carta sembrano già scritte, visto che le avversarie di turno di Roma e non hanno più nulla da chiedere al loro campionato. In particolare il , che si è ritrovato coinvolto negli ultimi mesi nella lotta per non retrocedere ed ha conquistato la salvezza matematica battendo il Torino domenica scorsa. Una stagione da dimenticare per i rossoblù, segnata oltre che dagli scarsi risultati dalle tensioni tra la proprietà e i tifosi, che rimproverano al presidente le cessioni in inverno di Rincon e Pavoletti. Errore di recente ammesso dallo stesso numero uno del club, che ha anche annunciato l’intenzione di cedere la squadra.

L’ALLENATORE – Un futuro tutto da scrivere dunque per il , che per la prossima stagione dovrebbe ripartire nuovamente da Ivan Juric. L’artefice del miracolo Crotone della passata stagione aveva riabbracciato Genova dopo i 4 anni da giocatore trascorsi in rossoblu ed era partito sotto i migliori auspici. Poi è arrivata la crisi di risultati e l’esonero dopo i 5 gol rifilati al . Il breve intermezzo di Mandorlini, che portato in dote solo 4 punti in 7 partite, ha però sortito l’effetto opposto e è stato costretto a richiamare in panchina il tecnico croato. Per il quale, dopo la sofferta salvezza conquistata, si parla già di una riconferma per la prossima stagione.

FORMAZIONE – Pur se arriva da un momento complicato, il resta una formazione da non sottovalutare e lo testimoniano i risultati raccolti in questa stagione, in cui ha rosicchiato punti a più o meno tutte le ‘grandi’, dalla (sconfitta a sorpresa per 3-1 lo scorso ottobre) al (fermato sullo 0-0 a settembre), passando per Milan, e Lazio. Per la Roma Juric potrà contare su una rosa sostanzialmente al completo, con le sole defezioni di Orban (rientrato in Argentina per problemi familiari) del lungodegente e sfortunato Perin, che si infortunò al ginocchio proprio contro la Roma nella partita d’andata e dello squalificato Izzo, fermato per 6 mesi per il suo coinvolgimento nel caso Calcioscommesse. Per domenica Juric manderà in campo il suo offensivo 3-4-2-1: Lamanna in porta con in difesa Biraghi, Burdisso e Gentiletti, linea mediana composta da Lazovic, Cofie, Veloso e Laxalt e infine Rigoni e Palladino supporteranno l’unica punta Pandev

EX – Tre gli ex della partita. In casa c’è Nicolas Burdisso, che si è fatto apprezzare nella Capitale durante i suoi 5 anni in giallorosso ed ha fatto altrettanto anche in rossoblu (la fascia da capitano ne è un esempio). Nella Roma c’è , che ha dovuto la sua rinascita calcistica proprio all’anno e mezzo trascorso al con Gasperini, prima del suo approdo in giallorosso lo scorso inverno. Gara particolare anche per , cresciuto nel settore giovanile del e che ha debuttato in A con la maglia rossoblù