Osvaldo, la media-gol sale. Con il '9' sulle spalle nessuno meglio di lui dopo 4 gare

26/09/2011 alle 07:37.

Quattro partite, due gol. Una buona media, perlomeno per confermare le credenziali iniziali: segnare una rete ogni due gare. Daniel Pablo Osvaldo, seppur tra tante critiche e scetticismo, ha iniziato a fare il suo mestiere: mettere la palla dentro la porta.

In Spagna, con l'Espanyol, gli era riuscito venti volte in quarantaquattro partite, nella Roma – in questo scorcio di stagione – sta mantenendo le attese. Le prime realizzazioni con la maglia giallorossa, peraltro, lo hanno già fatto entrare nella storia del club capitolino. Due gol in quattro partite di campionato (quello realizzato al Parma è stato il decimo in 50 presenze in A), infatti, per un numero nove alla prima stagione romanista, a pochi altri era capitato di realizzarli.

In principio fu Rodolfo Volk a riuscirci, stagione 1928-1929. Andando avanti col tempo e scorrendo in rassegna tutti i numeri dei più grandi centravanti degli anni successivi – da Amedeo Amadei a Pierino Prati, passando per Dino Da Costa e Pedro Waldemar Manfredini – si arriva a Roberto “Bomber” Pruzzo, anche lui a segno due volte nelle prime quattro gare della Serie A 1978-1979. Successivamente, né Rudi Voeller, né Abel Balbo, né Vincenzo Montella e nemmeno Mirko Vucinic hanno eguagliato i colleghi sopra citati. Gabriel Omar Batistuta merita un discorso a parte: probabilmente, al pari di , l'argentino non fa parte di questo mondo. Lui fece meglio di tutti, 4 partite, 3 gol nel 2000-2001, ma non aveva la numero nove sulle spalle, bensì il diciotto.

La nove ce l'ha Osvaldo, che probabilmente non arriverà mai al livello di tutti i grandi del passato, ma che ha già fatto qualcosa da raccontare, nonostante le chiacchiere sul suo conto. “Ma io me ne frego di tutti e continuo a segnare”, giura l'italo-argentino. È la cosa migliore.

 



Rodolfo Volk, 1928-1929: 4 partite, 2 gol

Amedeo Amadei, 1936-1937: 4 partite, 0 gol

Dino Da Costa, 1955-1956: 4 partite, 1 gol

Pedro Waldemar Manfredini, 1959-1960: 4 partite, 1 gol

Pierino Prati, 1973-1974: 4 partite, 1 gol

Roberto Pruzzo, 1978-1979: 4 partite, 2 gol

Rudi Voeller, 1987-1988: 4 partite, 1 gol

Abel Balbo, 1993-1994: 4 partite, 1 gol

Vincenzo Montella, 1999-2000: 4 partite, 1 gol

Gabriel Omar Batistuta, 2000-2001: 4 partite, 3 gol (ma non aveva il numero nove)

Mirko Vucinic, 2006-2007: 4 partite, 0 gol

Marco Borriello, 2010-11: 4 partite, 3 gol

Daniel Pablo Osvaldo, 2011-2012: 4 partite, 2 gol

Tiziano Riccardi