Roma, serve la SPALlata Champions

16/03/2019 alle 07:56.
roma-vs-empoli-serie-a-tim-20182019-29

IL MESSAGGERO (U. TRANI) - La rincorsa prosegue, nel tardo pomeriggio (ore 18), sulla via Emilia: la Roma, con il ricordo dell'umiliante ko all'Olimpico nel match d'andata, scende in campo al Mazza contro la Spal. E, in attesa di conoscere il verdetto del derby di domani sera a San Siro, deve accorciare il distacco dal Milan terzo e dall' quarta, in vantaggio rispettivamente di 4 e 3 punti. va, dunque, all'inseguimento di Gattuso e . E il weekend è da sfruttare in zona : vincendo a Ferrara, i giallorossi si avvicinerebbero almeno a una delle rivali che la precedono in classifica, se non a tutt'e due.

INCROCIO INEDITO La Spal e Semplici, dunque, aspettano la Roma. E soprattutto l'erede di che, in serie A, non ha avuto mai il piacere di sfidare né il club emiliano nè l'allenatore toscano. , però, più che agli avversari mai incrociati, si dedica principalmente al suo gruppo. Da riequilibrare in campo, sia nella testa che nell'assetto. L'allenatore recita in semplicità, chiedendo agli interpreti di lasciare a casa la paura e la timidezza. E di comportarsi più da squadra, eliminando ogni svolazzo e personalismo. I concetti offerti in questi giorni ai suoi interlocutori sono i più normali che ci siano, con l'intento di rendere il 4-4-2 compatto e per certi versi blindato. Spinta, da dietro, solo a destra, con Karsdorp o Santon. Muro con 3 centrali difensivi: Jesus spostato sulla fascia sinistra per il rientro di accanto a Marcano. Non spetta a loro verticalizzare, ma al massimo lanciare verso l'attacco. Il centrocampo avversario è da saltare per evitare il pressing dei rivali, anche Olsen si deve adeguare. La mossa è studiata per prevenire i contropiede corti che spesso sono stati fatali ai giallorossi. Come esterni alti, rivedremo Zaniolo (confermato l'interesse del ) ed , la coppia di riferimento della vecchia gestione, almeno nell'ultimo periodo. Zaniolo, sofferente per il trauma alla caviglia, è in ballottaggio con Kluivert, titolare lunedì scorso. Davanti in coppia con Schick che, però, non parte in linea con il compagno, ma più basso. , come è già accaduto contro l'Empoli nella notte del suo nuovo debutto sulla panchina giallorosa, ha sempre i giocatori contati. Indisponibili lo squalificato e gli infortunati , Kolarov, , Pellegrini, Pastore e Under. In sintesi recupera solo e , titolari di oggi e di ieri. E, per completare l'elenco dei 20 convocati, chiama ancora i primavera di sr: il difensore centrale Cargnelutti, il centrocampista Riccardi e il centravanti Celar che ha debuttato in corsa lunedì sera all'Olimpico.

NUOVA CHANCE La Spal non vince in casa da 11 giornate. Soprattutto è la squadra che, da 18 partite, va più piano in A: solo 11 i punti raccolti su 54 a disposizione. L'andamento lento è cominciato subito dopo la vittoria del 20 ottobre nella Capitale: 1 successo, il 27 gennaio al Tardini contro il Parma, 8 pareggi e 9 sconfitte (10, contando pure quella in Coppa Italia). Al Mazza non conquista i 3 punti dal 17 settembre, quando riuscì a superare l'Atalanta. Il digiuno, dunque, è lungo 6 mesi. A , nel giorno in cui ha la grande occasione di riprendere quota, non interessano i numeri che accompagnano la formazione di Semplici: la Roma attuale, non si può permettere di sottovalutare nemmeno la quintultima in classifica. Che, con 23 punti e solo 2 di vantaggio sul terzultimo, gioca chiaramente per la salvezza.