Ora conta solo vincere

16/03/2019 alle 08:14.
lp_9393177

IL MESSAGGERO (P. LIGUORI) - Non sono necessari ragionamenti complicati per stabilire l’obiettivo della Roma di Claudio . L’organico, la formazione, la tattica, il gioco sono tutte categorie del passato. Da adesso alla fine, conta soltanto vincere il più possibile. Non ci sono distrazioni infrasettimanali, non ci sono coppe, soltanto partite di campionato per arrivare, alla fine, al quarto posto. Oppure, chiudere una stagione in modo fallimentare. Ed aprire, alla fine, un bilancio inquietante, che non può riguardare soltanto l’ultima stagione,ma per forza almeno gli ultimi cinque anni della gestione e Co. Si deve partire almeno dalla Roma di , forse la migliore per i due secondi posti consecutivi, che aveva , , , ma anche , Gervinho, e che sono stati venduti. Poi , che aveva il mandato di estromettere ,ma aveva ancora e Sczezsny, altrettanto venduti. A è rimasto e, per fortuna, Kolarov, ma si è trovato con un buco in difesa, uno a centrocampo e uno in attacco (Schick). A chiediamo solo di fare il possibile, da romanista quale è, per tentare di afferrare l’ultimo traguardo. Oggi, con la Spal, è una partita delicata e importantissima, perché a Milano c’è il derby. Guardando il calendario è una delle poche occasioni per rosicchiare punti, a una o tutte e due le milanesi.