Pallotta non ci sta: «E dobbiamo finire tra le prime 4...»

16/04/2018 alle 09:36.
pallotta-ingresso-tonucci

[...] Va bene sognare o an­che pensare a come arrivare a Kiev. Ma prima c’è altro e soprattutto una , quella del prossimo anno, da ipotecare. Business lo chia­ma , a modo suo: «E’ stata una settimana dura do­po il , ma sono un po’ rammaricato per questo pari, occasioni per vincere ne abbiamo avute. Dobbia­mo difendere il business per la prossima stagione, finire tra le prime 4. Kiev? Ci possiamo ar­rivare. Il Liverpool è forte, sarà come un derby di Boston. Ma prima dobbiamo pensare al Ge­noa e alla Spal. Per il Liverpool ci sarà tempo». [...]

  poi si tuffa sul mercato, toglien­do di fatto dal mercato in maniera categorica: «Non capisco perché la gente conti­nui a chiedermi questa cosa. [...]. Ci sono zero possibilità che possa andar via. Ripeto, zero». Poi una bugia bianca, per così dire: «? Non avevamo voglia di venderlo, c’è stato solo un in­ teresse del Chelsea». Lo stadio: «La partita ora è politica, c’è tempo fino a luglio. E’ un pec­cato che i tifosi non lo possano avere in breve tempo. Con la Raggi abbiamo parlato più che altro della multa per il tuffo». E allora, però, l’idea va lo stesso al Liverpool. E magari al prossi­ mo di tuffo: «Ci sono tante fon­ tane a Roma, c’è anche il Colos­ seo. Qualcosa per sorprendervi lo troveremo...».

(Gasport)