Nainggolan e Perotti ovunque, anche senza il 4-3-3...

13/09/2017 alle 08:09.
fbl-eur-c1-roma-atletico-2

Bisognerebbe contarne i chilometri corsi, le palle recuperate, i contrasti vinti, i tagli improvvisi e i movimenti tra le linee. E poi ringraziarli: e , ovvero gli equilibratori della Roma e, insieme, gli uomini più imprevedibili della Roma, oltre che fedeli interpreti del iniziale di al primo esame in .

Prendi , il più raffinato tra i giallorossi alla voce tecnica individuale. L’argentino allarga il campo e poi si accentra quando Kolarov accenna l’incursione, ma qualche secondo dopo puoi vederlo correre all'indietro, proteggere la fascia e aiutare il medesimo Kolarov nel momento in cui Juanfran attacca partendo dalle retrovie. E l’esperienza di mille battaglia aiuta anche , l’alter ego in mezzo al campo, a svolgere al meglio le due fasi, efficace nel portare il pressing sui portatori di palla avversari, esemplare nel recupero palla davanti all'area di rigore giallorossa e poi capace pure di lanciare con assist verticali Defrel e nella profondità.

I due giganti della serata potranno risultare ancor più incisivi in futuro quando la squadra saprà acquisire la necessaria continuità. Ma un dato è certo: gli irriducibili e , ognuno con le proprie caratteristiche, sono e saranno i pilastri del progetto giallorosso nel segno dell’intercambiabilità tattica. E se si avvicineranno di più a ...

(gasport)