Senza Barriere

26/10/2016 alle 23:06.
whatsapp-image-2016-10-26-at-23-05-02

Non c'entra nulla il risultato. Non si vince o non si perde una partita per il pubblico (a favore o contro). Una partita no, ma nell'economia di un intero campionato, di un'intera stagione il seguito del tifo più appassionato pesa. Eccome.

La Roma ha bisogno della sua Curva: è un refrain ormai cantilenante, un epitaffio andato in loop. Ma è così. Stasera il pubblico di romanisti (che forse non arrivavano nemmeno alle 2000 unità) ha accompagnato la squadra. Sempre. Incessantemente. Soprattutto quando era sotto di un gol. Senza togliere nulla a nessuno questo pezzo di cuore ci serve come il pane. Ci serve come il pane:

"Roma"

"Gruppo Ricky"

"Still Here"

"Made in Rome"

"Calciofili"

"Ostinatamente As Roma"

"Insurrezione Giallorossa"

"Ribelli Cronici"

"Nun c'è problema"

"Biretta"

"Con l'amaro in gola"

"Cor core acceso"

"Gioventù Capitolina"

"Vado in giro per l'Italia"

"Ovunque andrai saremo"

"Senza Tregua"

"In nome di Roma"

E ancora "Magliana", "Alberone", "S. Giorgio Liri" e tutte le pezze, tutti i cori, tutti cuori presenti a Reggio Emilia. E anche di più. Senza Barriere.

MDR