As Roaming

03/06/2018 alle 14:46.
a44550e7-0656-49b7-baa8-4edcb564412d

LR24 (AUGUSTO CIARDI) - In Spagna scrivono, dalla Francia svelano, in Inghilterra sono convinti. Mentre in politica ci si scanna circa l’incubo o l’opportunità di uscire dall’euro e dall’Europa, nel calcio non corriamo rischi. L’Europa affascina al punto che un articolo di giornale o di un sito internet tutt’altro che originale, scritto e riadattato o semplicemente copiato, tradotto e incollato diventa una notizia su cui dibattere come se fosse inedita.

Accade per , perché se un quotidiano di rielabora col traslator di Google ciò che era emerso in un mix di logica e informazioni in Italia, due giorni prima, propone qualcosa di noto, ma impacchettato col fiocco esotico castigliano. Stesso dicasi per una qualsivoglia voce su o Milinkovic-Savic al Manchester United, o su dettagli svelati in riva alla Senna circa l’interessamento del PSG per Higuain. Magari scopiazzati qualche ora prima da un siamolajuvefinoallafineefinoalmidollobianconerisiamonoi.net. Niente di nuovo.

Da quando il calciomercato è diventato argomento da titoli dei telegiornali in prime time, l’enfasi l’ha fatta da padrone. E se l’enfasi si arricchisce di parole straniere si fa forza, fa la ruota come un pavone e ruotando riporta in Italia titoli che si danno un tono a colpi di parole oramai da noi assimilate. Oramai è tutto un rumors, un exclusive, un fichar, un to join, il conto alla rovescia diventa countdown perché il calciatore will wait ma fino a un certo punto. Europa Europa. Un anno fa sparivano le tariffe da roaming internazionale. Le notizie circolano, le distanze si azzerano, parliamo in web language con gli aborigeni (sarà felice Guzzanti), figuriamoci se non sfruttiamo il filone del mercato. Del calciomercato. Parola assimilata anche dagli stranieri, oramai universale, che non ha bisogno di traduzioni.

Tutto fa gioco. Tutto fa brodo. Tutto fa fegato ingrossato, se temi la partenza dell’idolo della tua squadra. Tutto fa illusione. Se cerchi la conferma che la tua squadra potrebbe arricchirsi col campione sognato. Nessuno si può chiamare fuori da questo circolo spesso vizioso. All’estero non lo fanno meglio. L’erba del vicino non è più verde. Di verde ci sono i semafori che creano un’onda che va. Anzi, che viene e che va. In modo tale che una notizia o presunta tale non rimanga in vita, se non seguita dai fatti, per poche ore. Ma si riproponga col passaporto.

@augustociardi - In The Box