DANIELE DE ROSSI

12/04/2018 alle 13:40.
de-rossi-ciardi

LR24 (AUGUSTO CIARDI) - È la vittoria epocale della Roma e dei suoi tifosi, perché se escludiamo le volte in cui ha conquistato lo scudetto o una coppa, è il secondo momento più importante della storia dopo la finale di Coppa dei Campioni di trentaquattro anni fa.
È la vittoria di , perché in lui, debuttante, è stato perfetto.
È la vittoria di
perché stadio o non stadio, errori o cose buone, lui sarà per sempre il Presidente della Roma (almeno) in semifinale di .
È la vittoria di
Monchi, capotecnico, e di tutti i dirigenti. A ognuno i propri meriti.
È la vittoria della squadra, magnificamente capeggiata da , sintesi del centravanti perfetto.
E poi c’è .
Facile oggi ricordare tutto ciò che ha dovuto subire. Non ne vale la pena. Perché ieri ha fatto un regalo, verrebbe da dire a chiunque ami una squadra di calcio. Ma questo regalo è tutto per I tifosi della Roma. E il regalo non sono I recuperi difensivi su
e Suarez. Non è il rigore che ha alimentato le speranze o i connotati che gli si sono cambiati festeggiando.
Il regalo sono le parole a fine partita. Che artigianalmente copio, incollo e allego. Sul blocco note del cellulare. Nel modo più semplice. Salvatele, leggetele, imparatele a memoria. È un regalo meraviglioso perché spontaneo. Prezioso perché lucido. Inestimabile perché arriva da chi meglio di chiunque altro oggi sa essere capitano, rappresentante, rappresentativo, uomo, tifoso. . Grazie.

@augustociardi - In The Box