Parliamo di Emerson

24/01/2018 alle 16:03.
whatsapp-image-2018-01-24-at-16-07-04

LR24 (AUGUSTO CIARDI) - Schiacciati dal rischio, mai del tutto corso, di perdere , e all’alba del gravissimo addio di , si sta dando poca importanza alla cessione di Palmieri. La sua giovane storia calcistica è nota. Bravissimi prima e poi a credere in lui, che per rendimento nella passata stagione si è imposto sul podio dei terzini sinistri con Alex Sandro e Ghoulam.

Neo nazionale azzurro, mentre lasciava il calcio lui lasciava in campo il ginocchio nella drammatica partita del 28 maggio. Dispiace. Ma mica finisce il mondo. Mentre ti aspetto prendo Kolarov, usato stra sicuro. E quando tornerai la Roma si godrà la migliore fascia sinistra del campionato. Per non essere da meno, sul lato opposto, ecco Karsdorp. L’olandese più . Kolarov più Palmieri. Volendo (dovendo) c’è pure Bruno . Dopo anni di Piris, Jose Angel, Emanuelson, Dodo e Cole, finalmente le fasce sono corsie centrali e non accessori (a onor del vero ci sono stati anche e Balzaretti, durati troppo poco).

Tre mesi fa ci sfregavamo le mani aspettando il ritorno di Karsdorp e di Palmieri. Insieme sono durati 180 minuti. 90 a testa. L’olandese tornerà. Il brasiliano da avversario, forse. Classe 1994, quest’anno ne fa ventiquattro. Una stagione piena nella Roma, quella della crescita per molti inattesa, una compartecipazione nello sfacelo di Coppa Italia col Torino a fine dicembre. E via. C’erano Karsdorp e , Kolarov ed Palmieri. Volendo (dovendo) pure Bruno . Sembrava un cerchio finalmente chiuso. Sembrava. Abbiamo dovuto rispolverare quelle impolverate liste infinite di esterni sinistri e destri, magari ambidestri, fra gli esuberi e le scommesse, italiani e stranieri. Altro giro, altra corsa. va a correre a Londra. Mancherà.

@augustociardi - In The Box