Roma, manca la vittoria a Catania da 44 anni. Ma c'è il tesoro Ljajic: con lui 20 vittorie su 30 gare (AUDIO SINDACO)

03/05/2014 alle 07:11.
ljajic-mani-fra-i-capelli-delusione-2014

I NUMERI DEL SINDACO

ASCOLTA L'AUDIO

-----------------------------------------------

Catania-Roma fa contare ad oggi 33 precedenti nei tornei di serie A a girone unico, 16 dei quali nel periodo dal 1955 al 1971, solo 2 negli anni 80, i rimanenti 15 dal ritorno in A degli etnei nel 2006 ad oggi. Le vittorie dei giallorossi sono state finora 15, 13 i pareggi, mentre le vittorie dei siciliani sono state 5 in tutto. Nelle 16 sfide giocate fino ad oggi alle falde dell’Etna, 2 le vittorie dei giallorossi, 9 i pareggi, 5 le vittorie dei padroni di casa.

Lo scorso anno l’incontro disputato nel programma della 16^ giornata finì 1 a 0 per i padroni di casa, con il gol di Papu Gomez: era il 13 gennaio 2013. All’ 8 febbraio 2012 risale l’ultimo pareggio: era il recupero della partita sospesa il 14 gennaio 2012 per pioggia, fu 1 a 1 con i gol di Legrottaglie e .

L’ultima vittoria della Roma in trasferta con il Catania risale al 7 aprile 2007: 2-0 firmato dalla coppia Tavano-Vucinic sul neutro di Lecce. A Catania la Roma non vince dal 20 dicembre 1970, quando Del Sol con una doppietta rispose al gol catanese di Baisi.

 

_____________________________
Adem ai raggi X
Adem è arrivato a Roma dalla
dopo aver giocato la prima di campionato con la maglia della , che lo ha portato in Italia nel 2009 dal Partizan Belgrado; il serbo è nato a Novi Pazar il 29 settembre 1991. E’ uno dei giocatori in rosa su cui si discute molto per la sua eventuale conferma,:le sue doti tecniche sono indiscutibili, quelle mentali e nervose possono sicuramente migliorare.

I suoi numeri in Campionato ed in Coppa Italia
Adem Ljajc ha fino ad oggi disputato in maglia giallorossa 1.816 minuti, 236 dei quali in Coppa Italia, dove ha preso parte a tutte e 4 le gare disputate dalla Roma. Le reti sono state ad oggi 6 in tutto, realizzate tutte in campionato contro il Verona per 2 volte nelle gare di andata e ritorno, nel derby, col , il Livorno e l’Atalanta.

Analisi delle gare di
Il serbo ha esordito con la Roma nella partita casalinga contro il Verona, pochi giorni dopo il suo arrivo nella capitale: da subito sembrava essere il giocatore giusto, soprattutto se sfruttato a partita iniziata; infatti i suoi primi 3 gol sono arrivati "dalla panchina", quando il serbo ha iniziato il match dalla panchina: contro il Verona, nel derby e nella gara contro il .
Delle sue 30 gare tra campionato e coppa, ne ha giocate 18 da titolare, e in 9 di queste gare è stato poi sostituito.
E’ entrato invece 12 volte dalla panchina mentre in 8 occasioni è stato escluso da
per scelta tecnica.
Da quando è arrivato a Roma, la squadra giallorossa ha giocato 38 gare per un totale di 3.604 minuti, di questi ne ha giocati in tutto 1.816 pari al 50,4%, 30 come detto le partite disputate, 4 in più di
.
In virtù di ciò rimane comunque, e questo un dato interessante, il secondo attaccante più sfruttato da
in termini di minuti giocati, davanti a lui solo Gervinho che di minuti ne ha giocati 3.011.

Il suo impiego in campo
Ljaic è stato sfruttato da prevalentemente come attaccante esterno, anche se spesso il Serbo tende ad accentrarsi per andarsi a cercare quello spazio più frontale alla porta da dove forse si sente di essere più pericoloso.
Quando è stato sostituito ha spesso stretto la mano a
come compagno destinato a sostituirlo (in 4 occasioni su 9), stessa cosa successa al contrario visto che proprio è il compagno che gli ha lasciato più volte il posto in campo (in 4 volte su 12).

I risultati con lui in campo
Con in campo la Roma è riuscita ad aggiudicarsi 20 gare su 30, i pareggi sono stati in tutto 7 e le sconfitte 3 (ha partecipato a tutte e 7 le gare pareggiate dalla Roma così come alle 3 sconfitte).
Da notare (e questo non farà piacere al Serbo) che nelle 8 occasioni in cui
non lo ha sfruttato la Roma ha vinto 8 volte e che dei 6 gol da lui segnati, nessuno di questi è stato decisivo ai fini del risultato, anche se nel caso del Derby la sua rete servì a chiudere definitivamente la gara.  sembra essere un ragazzo dalle ottime potenzialità, bisognerà forse lavorare tanto sulla sua testa per farlo diventare un prezioso tassello per la Roma del futuro qualora venisse confermato. Aveva cominciato bene, così come sta finendo bene, ma nel mezzo della stagione ci sono state forse troppe pause.

Marco Sindaco Schiacca