Ali San Becker

05/11/2017 alle 18:40.
alisan-disappunto

LR24 (DARIO BERSANI) - Si è preso definitivamente la Roma proprio nella partita in cui ha incassato due gol, gusto relativamente amaro a cui non era più abituato. Come con l’Atletico, forse di più, felice di fare la Differenza.  Ramsete Becker striglia i compagni distratti e un po’ felloni del primo tempo, congela il 2-2 opponendo anima e corpo e getta i fecondi semi dell’ennesimo blitz esterno giallorosso. Il doppio intervento su Chiesa e Veretout ha ricordato i prodigi su Saul e Correa, in quella partita sliding door che potrebbe aver cambiato tutto mentre noi non lo sospettavamo nemmeno.

Nella giornata del suo giovane connazionale Gerson è vietato dimenticarsi di . La Roma non ha solo il di gran lunga più bello al mondo, ha anche uno tra i più bravi in circolazione. Quello che oggi si è virilmente proteso e accorciato, che ha coperto boni cinque metri su 7,32 a miracol mostrare. D’altronde aveva scaldato a sufficienza la panca, il titolare del Brasile che faceva la riserva da noi. Aveva voglia di recuperare e sta recuperando il tempo perduto. Ha aspettato il suo momento e ora si gode meritatamente - cifre alla mano - la palma del migliore. Un giorno magari non troppo lontano cominceremo a chiamarlo anche in modo corretto, chi lo sa.

Venticinque anni de’ , godemoselo a lungo ‘sto Tiramolla, con barba e senza barba: bello come Apollo, potente come Il Cinghiale Peruzzi e reattivo come Il Giaguaro Castellini. Uno che si sente e si fa sentire, che non vivacchia tra i pali ma è capace di coniugare perfettamente il verbo uscire. E ce l’abbiamo noi. E prima lo blindiamo e prima brindiamo.

P.S. Il bicchiere migliore sarà per te, Marco Savorani.

Dario Bersani