CATANIA-ROMA: Amarcord (VIDEO)

13/05/2011 alle 13:32.

LAROMA24.IT - Il primo confronto ufficiale tra Catania e Roma alle pendici dell’Etna risale al 13 gennaio 1952. I giallorossi di Viani, alla prima e unica esperienza in serie B, si imposero per 0-1, espugnando il Cibali grazie a un gol in apertura di gara di Armando Trerè.

La Roma torna a giocare in casa dei rosso azzurri, al primo anno nella massima serie, il 23 gennaio 1955. Il confronto si conclude 2-2 con i giallorossi che, ottenuto il doppio vantaggio grazie ad un’autorete di Gotti e a un gol di Nyers, vengono rimontati nel giro di dieci minuti da Spikofski e Fusco.

Il 4 dicembre 1960 ancora un pari tra Catania e Roma, stavolta per 1-1, con il botta e risposta tra Prenna e Lojacono.

Stesso risultato anche il 28 gennaio 1962: la Roma di Carniglia non riesce ad andare oltre l’1-1 al Cibali. Al fulmineo vantaggio rosso azzurro dell’ex Castellazzi, risponde Orlando in chiusura di primo tempo.

Il 7 marzo 1965 il Catania ottiene il successo più ampio nella storia dei confronti contro la Roma. Gli etnei strapazzano i giallorossi di Lorenzo con un netto 4-0, grazie alle reti di Cinesinho, Calvanese, Facchin e Rozzoni.

La Roma torna a vincere in terra siciliana il 20 dicembre 1970, vincendo per 1-2. Al vantaggio etneo, realizzato da Baisi, risponde Del Sol con una doppietta.

Dopo quattordici anni tormentati il Catania torna nella massima serie, seppur per una sola stagione. Il 6 maggio 1984 i rosso azzurri ospitano la Roma nell’impianto della Favorita di Palermo, complice la del Cibali a causa degli incidenti nella sfida con il Milan. Nonostante il doppio vantaggio realizzato da Maldera e Chierico, i giallorossi vengono rimontati sul 2-2 con i gol di un giovanissimo Andrea Carnevale e di Torrisi su rigore nel finale. Uno smacco per la squadra di Liedholm, matematicamente seconda e già proiettata alla finale con il Liverpool, visti i soli 12 punti realizzati dagli etnei in tutta la stagione, record negativo nella storia dei campionati di serie A a sedici squadre.

La Roma ritorna ad affrontare il Catania il 7 aprile 2007, alla vigilia di Pasqua. Anche stavolta, come nell’84, su campo neutro a causa della del Massimino in seguito ai gravissimi incidenti nel derby contro il Palermo che, due mesi prima, avevano causato la morte dell’ispettore Raciti. Al Via del Mare di Lecce i giallorossi di Spalletti, imbottiti di riserve in vista del ritorno dei quarti di a Manchester, si impongono per 0-2 con reti di Tavano e Vucinic.

Il 18 maggio 2008, nell’ultima di campionato, il Catania di Zenga si gioca la permanenza in A. La Roma di Spalletti invece, dopo un’incredibile rincorsa, è a un solo punto dall’Inter di Mancini e crede nel sorpasso scudetto. In apertura di gara uno splendido gol di Vucinic accende le speranze giallorosse, mentre i nerazzurri continuano a pareggiare nel diluvio di Parma. I sogni vengono infranti a venti minuti dal termine quando Ibrahimovic effettua il controsorpasso. A quel punto il Catania, a cui serve un pareggio per la salvezza, spinto da uno stadio infuocato e da decine di tifosi infiltrati a bordo campo che minacciano ripetutamente gli avversari, ottiene il definitivo 1-1 con Martinez. A fine gara esplodono la festa catanese e la rabbia della Roma per i tanti torti arbitrali e per la totale indifferenza degli ispettori federali nei confronti delle intimidazioni ricevute dagli steward catanesi.

Il 21 dicembre 2008 la squadra di Spalletti rimedia un pesante 3-2 in Sicilia. I rosso azzurri, ottenuto il triplo vantaggio con il gol di Baiocco e la doppietta di Morimoto, rischia solo nel finale con le reti di Vucinic e Menez, mentre Okaka si divora un gol di testa a tempo praticamente scaduto.

L’ultimo precedente al Massimino è del 27 settembre 2009. I giallorossi di Ranieri, dopo aver subito il gol di Morimoto e rischiato più volte di capitolare sotto i colpi della squadra di Atzori, ottengono allo scadere l’1-1 in mischia grazie a un colpo d’opportunismo di . Le proteste dei catanesi e l’espulsione di Del Vecchio, tra i più veementi nel contestare Saccani per il corner da cui è scaturito il pari, impediscono addirittura di riprendere il gioco per qualche minuto. A recupero scaduto sfiora il gol del successo, andando ad impattare un goffo rinvio di Andujar, con il pallone che esce di pochissimo a lato, tra gli insulti del pubblico catanese alla terna arbitrale.

Alessandro Monzio Compagnoni

CATANIA-ROMA 1-1 1960/61

CATANIA-ROMA 1-1 1961/62

CATANIA-ROMA 0-2 2006/07

CATANIA-ROMA 1-1 2007/08



CATANIA-ROMA 3-2 2008/09

CATANIA-ROMA 1-1 2009/10