UDINESE-ROMA: Amarcord (VIDEO)

04/04/2011 alle 11:25.

Sfide storicamente ostiche quelle che hanno visto la Roma protagonista in terra friulana. Il primo confronto in assoluto in casa dei bianconeri risale al 20 maggio 1951: la Roma di Masetti, ultima in classifica e condannata alla sua prima e ultima retrocessione, fu sconfitta al Polisportivo Moretti di Udine per 1-0 con il gol di Rinaldi. Non andò meglio il 15 marzo 1953, quando i gialloro

La Roma ottenne il suo primo successo esterno a Udine il 6 aprile 1958 quando espugnò il Polisportivo Moretti per 1-2 grazie alle reti di Da Costa e Lojodice, mentre il gol bianconero fu segnato da Pentrelli.

Pirotecnico il 3-3 del 31 gennaio 1960: le doppiette di Manfredini e Pentrelli e i gol di Ghiggia e Milan caratterizzarono una sfida dall’andamento altalenante fino al novantesimo minuto, quando il pareggio dei bianconeri in extremis fissò definitivamente il risultato. Il 27 agosto 1961 un’altra importante affermazione giallorossa in Friuli: la Roma sbancò il Polisportivo Moretti per 1-3 grazie alla doppietta di Manfredini e al gol di Lojacono, che ribaltarono il risultato dopo l’iniziale vantaggio bianconero firmato Andersson.

Le due squadre tornano ad incontrarsi a venti anni di distanza, complice il declino e le continue retrocessioni dei bianconeri. Il 5 aprile 1981 allo Stadio Friuli, la Roma di Liedholm prima in classifica, si impone per 0-2 con i gol di Pruzzo e Falcao. Il 16 maggio 1982 è invece una potente punizione di Agostino Di Bartolomei a decidere la sfida in casa friulana, regalando lo 0-1 ai giallorossi nell’ultima di campionato. Il 7 novembre 1982, nella stagione del secondo tricolore, la Roma non va oltre il pari al Friuli. Un gran gol di Falcao non basta ai giallorossi, che subiranno il pareggio di Surjak a dieci minuti dal termine, chiudendo sull’1-1. Il 24 aprile 1985 i gol di Pruzzo e Chierico regalano invece lo 0-2 alla Roma di Eriksson e Clagluna, in un campionato che vide la Roma stentare, dopo gli addii di Liedholm e capitan Di Bartolomei. Identico risultato anche la stagione seguente, quella della sfortunata rincorsa alla . Il 12 gennaio 1986 Boniek e Pruzzo siglano i gol dello 0-2 giallorosso in Friuli.

Il 24 gennaio 1993 è invece Ruggero Rizzitelli l’assoluto mattatore e protagonista della sfida al Friuli. Il centravanti giallorosso siglò la doppietta che regalò il successo alla Roma, ma anche l’autorete del provvisorio pareggio bianconero, prima del definitivo 1-2.

Il 26 aprile 1998, nonostante una splendida doppietta di , la Roma di Zeman viene strapazzata per 4-2 dall’Udinese di Zaccheroni, con due gol di Bierhoff e i gol di Poggi e Calori. Non andrà meglio la stagione seguente: il 7 marzo 1998 un gol di Fabio Junior illude i giallorossi che, nonostante un rigore parato da Chimenti, vengono sconfitti nel finale per 2-1 dai gol di Jorgensen e da un penalty di Amoroso. La massima punizione, assegnata dall’arbitro Bettin per fallo di Aldair ampiamente fuori dall’area di rigore, fece infuriare Sensi e Zeman che, una settimana dopo, denunciarono pubblicamente in tv nella trasmissione Porta a Porta tutto il marcio del sistema calcio, attaccando Nizzola e Carraro.

Il 28 novembre 1999 la Roma di Fabio Capello torna al successo in Friuli grazie alla doppietta di Marco Delvecchio che regala ai giallorossi lo 0-2. Il 22 aprile 2001, nella stagione del suo terzo tricolore, la Roma ottiene un successo fondamentale in casa dell’Udinese. Dopo un paio di passi falsi in campionato e priva di Samuel e , la squadra di Capello mostrò i muscoli e sfoderò una grande prestazione, imponendosi per 1-3 grazie alle reti di Montella, Tommasi con una splendida girata di sinistro e Nakata con un preciso al volo. Inutile il gol bianconero di Sosa nel finale di gara. Il 31 agosto 2003, nell’esordio dell’ultimo campionato di Capello sulla panchina romanista, i giallorossi superarono l’Udinese per 1-2, grazie al gol di Delvecchio e a uno splendido colpo di tacco di Montella in apertura di ripresa, che vanificò il temporaneo pareggio di Kroldrup.

Il 22 gennaio 2006 la Roma di Spalletti, al ritorno in Friuli dopo l’impresa della precedente stagione, in piena cavalcata verso il record delle undici vittorie consecutive, supera l’Udinese per 1-4 grazie alla doppietta di Mancini e ai gol di e Chivu su calcio di rigore, mentre il gol bianconero porta la firma del solito Di Natale. Il 28 ottobre 2006 è invece un gol di Matteo Ferrari a decidere la sfida di Udine, giocata di sabato pomeriggio e conclusasi con lo 0-1 a favore della Roma. La Roma sbanca il Friuli anche il 13 aprile 2008 per 1-3, grazie ad una rimonta autoritaria: dopo il vantaggio di Di Natale e la lite plateale tra Doni e Panucci, i giallorossi rimontano e conquistano i tre punti grazie alle reti di Vucinic, Taddei e Giuly.

Quello della stagione 2007-2008 è stata l’ultima affermazione giallorossa in casa bianconera, prima delle due recenti sconfitte. Il 26 ottobre 2008 i friulani si sono imposti per 3-1, con la doppietta di Di Natale, il gol di Floro Flores e un rigore di , nell’unica gara ufficiale di da difensore centrale dopo la pessima prestazione di Loria nel primo tempo. Stesso esito anche la scorsa stagione, nel turno infrasettimanale del 28 ottobre 2009, quando la Roma di Ranieri è stata sconfitta da una doppietta di Floro Flores, nonostante l’illusorio pareggio di .

 

UDINESE-ROMA 0-2 1980/81

UDINESE-ROMA 1-1 1982/83

UDINESE-ROMA 1-2 1992/93

UDINESE-ROMA 4-2 1997/98

UDINESE-ROMA 0-2 1999/00

UDINESE-ROMA 1-3 2000/01

UDINESE-ROMA 1-2 2003/04

UDINESE-ROMA 3-3 2004/05

UDINESE-ROMA 1-4 2005/06

UDINESE-ROMA 0-1 2006/07

UDINESE-ROMA 1-3 2007/08

UDINESE-ROMA 2-1 2009/10

Alessandro Monzio Compagnoni