Social Network, tutti gli sfottò ai laziali dopo l'eliminazione dall'Europa League: da Don Matteo a "Passa lo straniero" (FOTO)

13/04/2018 alle 18:20.
29c33bc0-6a9f-4f05-9684-a8ea00cc67b3

"Non passa lo straniero" recitava un celebre striscione della Sud esposto nel 1982 durante Roma - Colonia. Lo slogan viene rispolverato dalla curva biancoceleste in occasione della sfida casalinga dei quarti di Europa League. - Roma termina 4 - 1, Lazio - Salisburgo 4 - 2. Così Milinkovic - Savic, dopo la gare d'andata, ironizzava sulla sconfitta al Camp Nou postando su una Stories in cui le 4 dita in bella mostra rappresentavano le reti della Lazio agli austriaci e il passivo della squadra di contro i blaugrana. Azzardo non di buon auspicio perchè sette giorni dopo la Roma rifila un secco 3 - 0 al , approdando alle semifinali di e il Salisburgo 4 sberle alla squadra di Simone Inzaghi sancendo l'uscita dall'Europa League della Lazio. Stavolta passa lo straniero. Dopo una settimana di sfottò l'incubo prende forma. La situazione si capovolge e la vendetta social è servita. Difficile pronosticare un epilogo del genere dopo i risultati delle gare d'andata e se sette giorni fa sorrisi a trentadue denti si allargavano sui volti dei tifosi laziali, il mezzo scivolone di Simone Inzaghi durante la gara d'andata si trasforma in caduta rovinosa della sua squadra in terra austriaca con conseguente eliminazione dall'Europa League alimentando  l'ironia dei tifosi romanisti simbolicamente testimoniata dalla risata beffarda del in un fotomontaggio dei sorteggi di mentre estrae dall'urna proprio il Salisburgo. A volare in semifinale di Europa League sono propri gli austriaci sponsorizzati dalla nota marca di una bevanda energizzante, quella che mette le ali, ma Olimpia  stavolta rimane sul trespolo. I laziali no. Così dopo i 4 schiaffoni incassati in 20 minuti alla Red Bull arena c'è chi ipotizza il renaming del centro allenamenti biancoceleste da Formello in "Fourmello".

E se questa 3 giorni di coppe ha lasciato strascichi pesanti sullo stato psicofisico del tifoso laziale c'è chi  lo invita a serate ben più distensive rispetto a quella di ieri. L'adrenalina delle partite di Coppa lascerà inevitabilmente il passo alla visione di spettacoli sicuramente più rilassanti. Lo sanno tutti, il giovedì su Rai1 c'è Don Matteo.