Primavera, A. De Rossi: "Abbiamo fatto vedere il nostro carattere, questi ragazzi stupiscono partita dopo partita"

24/02/2018 alle 16:49.
alberto-de-rossi-2

Alberto , tecnico della Roma Primavera, ha parlato subito dopo il fischio finale della gara con il Torino, vinta per 1-0. Queste le sue parole:

A RAI SPORT

Siete stati bravi oggi
E' stato bravo anche il Torino, una partita molto fisica. Abbiamo fatto vedere combattimento, carattere

Siete in media con l'obiettivo stagionale ovvero la qualificazione alla fase finale?
Sì siamo partiti per questo, abbiamo avuto un calo dovuto anche alla Youth League, ma i ragazzi si sono ripresi alla grande

La difficoltà è stata mantenere la concentrazione dopo il gol?
Più che la concentrazione, c'è la difficoltà nel giocare contro una squadra così forte, non è stato facile ma questi ragazzi ci stanno sorprendendo partita dopo partita

La vostra assenza al Viareggio?
Gli impegni sono troppi, negli ultimi anni abbiamo fatto più di 50 partite, un anno abbiamo fatto tutte le competizioni e i ragazzi sono arrivati stremati alla fine della stagione


A ROMA TV

Ennesima battaglia vinta. Roma brava a sbloccarla subito…

E ancora più brava a mantenere il risultato. E’ vero che abbiamo avuto altre occasioni, ma il Torino ci ha messo in difficoltà e questo dà ancora più valore alla vittoria.

Campo pesante, ma anche con il la squadra aveva mostrato di sapersi calare in certi contesti.

Questa è una situazione diversa dalla nostra mentalità, ma il calcio è anche questo. Il campo era pesante, il calcio va affrontato come le situazioni richiedono.

Molte occasioni avute.

Sì è vero, ma l’unico piccolo appunto che dò ai ragazzi è che abbiamo avuto 4 occasioni che andavano sfruttate meglio. Per il resto hanno avuto grande concentrazione e un comportamento encomiabile.

Una vittoria che arriva dopo la sconfitta con la e che vi prepara ad altre sfide complicate.

In stagione siamo partiti in sordina con un cambiamento mai visto, con tanti stranieri e tanti giovani che la Primavera non la conoscevano. Stiamo trovando grande carattere e personalità, con voglia di soffrire in partite diverse dalla nostra idea di calcio.

Oggi per lei 600 panchine con la Roma.

Pensavo fosse una battuta, è emozionante e non l’avrei mai detto quando sono entrato la prima volta. Spero che continui.