Italia flop, i bookmakers prevedono un buco di 35 milioni

15/11/2017 alle 12:20.
figc-italia-logo

Non solo un enorme dispiacere per tutti gli italiani. La mancata qualificazione degli azzurri al mondiale di Russia 2018 è un vera e propria tragedia per i bookmakers. Senza l’Italia al campionato del mondo, le perdite saranno enormi. Gli operatori non fanno stime precise, ma ipotizzano un “buco” di circa il 10% rispetto al totale delle giocate mondiali. Secondo una proiezione Agipronews su dati dei Monopoli, si può parlare di 35 milioni di giocate in meno, facendo il raffronto con le ultime due grandi manifestazioni, ossia Euro 2016 e Mondiali 2014. Due anni fa, in Francia, le gare degli azzurri hanno catalizzato ben 38 milioni di euro su 250 puntati complessivamente sulla manifestazione: circa il 15% del totale. Più bassa l’incidenza delle scommesse tricolori per i Mondiali in Brasile del 2014. In quel caso ha pesato il cammino più breve della Nazionale, uscita mestamente dopo la fase a gironi e quindi dopo sole tre partite. Anche in quel caso, comunque, la raccolta generata dagli incontri degli azzurri, è stata di 18,9 milioni, su un totale di 267, pari quindi al 7,1%.
Stimare una cifra precisa per il mondiale in Russia è quasi impossibile, ma ipotizzando un cammino di cinque partite in Russia (tre nella fase a gironi, più ottavi e quarti) e un volume di gioco da 7 milioni per ogni gara (ottenuto facendo la media delle due competizioni) ecco spuntare il totale di 35 milioni.

(Agipronews)