Chievo-Roma, MIRANTE: “Era importante non prendere gol. Passo in avanti verso la maturitá” (VIDEO)

08/02/2019 alle 23:19.
chievo-vs-roma-serie-a-tim-20182019-21

Queste le dichiarazioni di Antonio Mirante, della Roma, rilasciate alla stampa al termine del match vinto con il Chievo

MIRANTE A ROMA TV

Hai fatto una grande parata anche se poi era fuorigioco...
Si, oggi si ha l'obbligo di non fermarsi, anche i guardalinee: ci siamo fatti sorprendere in quell'azione ma nel complesso la linea difensiva si è comportata bene. Era importante non prendere gol

Il Chievo in casa da novembre aveva sempre segnato, serviva la testa giusta
Il Chievo dal cambio di allenatore ha cambiato faccia, ha dimostrato di saper dar fastidio alle grandi. Noi abbiamo gestito bene il vantaggio, poi i nostri attaccanti sono formidabili. E' un passo in avanti verso la maturità, è quella che dobbiamo cercare per andare in

Cosa serve per mantenere questa maturità?
Lavorare insieme tra i reparti, come oggi, non prendere gol e vincere le battaglie in area fa bene: fa ritrovare coesione tra reparti. Quando non prendi gol la soddisfazione è doppia

Hai giocato come un titolare fisso per la sicurezza dimostrata, Savorani ti aiuta in questo?
Si. Conosco il mio ruolo, so cosa devo fare alla Roma, come mi devo allenare in questo Savorani mi aiuta. E' molto pretenzioso e meticoloso: questo mi piace e mi fa bene perchè alla mia età non posso sedermi e accontentarmi di fare il secondo. Gioco per la Roma e anche in quelle due partite che gioco devo sempre farmi trovare pronto

MIRANTE IN MIXED

Pensi che la Roma sia uscita dalla crisi?
Non lo so. Sinceramente abbiamo fatto dei passi in avanti rispetto alle precedenti occasioni. Anche nel girone di andata siamo andati in vantaggio tante volte e poi ci siamo fatti riprendere. Stasera non è stato così perché abbiamo gestito bene la partita, rischiando anche qualcosina. Tutto sommato ci siamo dimostrati una squadra solida ed è una cosa importante per noi perché se vogliamo ambire alla posizione che vogliamo ottenere bisogna riacquisire quella solidità che un po' ci è mancata.

Cosa è scattato dentro di voi dopo il 7-1 con la ? Sia oggi che contro il Milan si è vista una squadra più solida difensivamente.
Questa è una squadra che ha orgoglio. Sicuramente quella è stata una batosta che ci ha colpito dove abbiamo fatto una brutta figura, però era giusto accantonarla perché dopo avevamo l'impegno con il Milan e questa gara comunque decisiva. È stata una lezione per noi e speriamo di averla accantonata bene.