SANTON: "Prima o poi bisognerà fermare la Juve. Non dobbiamo perdere entusiasmo" (VIDEO)

06/09/2018 alle 20:46.
benevento-vs-as-roma-partita-amichevole-11

Parla Davide Santon al termine dell'amichevole tra Benevento e Roma finita 2-1 per i campani. Il terzino italiano ha giocato per tutta la gara dividendosi tra l'out di sinistra e quello di destra dopo l'uscita di Karsdorp. Queste le parole di Santon in "mixed zone" dopo il 90' al "Ciro Vigorito":

13 nazionali assenti. Che risultato ha dato secondo te?
"Il risultato è negativo, ma in amichevole va bene per mettere minuti nelle gambe. Abbiamo giocato un po’ tutti, c’erano tanti giovani, è giusto integrare i giovani in questo tipo di partite. E’ ovvio, si vuole sempre vincere ma oggi è andata così"

L'inizio di campionato
"Io penso sempre che si possa fare meglio. La Roma vuole arrivare in alto. Quattro punti in tre partite non sono tanti, ma sono arrivati molti giocatori nuovi e molti devono ambientarsi. Ci vorrà del tempo, ma sono sicuro che il mister saprà gestire tutto nel migliore dei modi"

Questione modulo
"Penso sia importante lavorare insieme. Poi si può cambiare modulo in base alle partite. Dobbiamo lavorare tanto, di gruppo, e i risultati arriveranno"

Sull’aggressività chiesta da
"Siamo al punto giusto. Avendo tanti giovani quando arrivi in ritardo sul pressing alto saltano tutti i meccanismi. Oggi tante volte ognuno andava per conto suo. Soprattutto nel secondo tempo abbiamo fatto tanta fatica. C’erano molti giovani, non può essere una scusa ma è un fattore importante. Il Benevento trovava molti spazi a centrocampo e noi facevamo fatica"

Importante ritrovare la serenità
"L’importante è non perdere l’entusiasmo. Molti giocatori importanti sono andati via ma ne sono arrivati altrettanti forti e importanti. L’entusiasmo è fondamentale. Non si può perderlo dopo una sconfitta. Con il Chievo dobbiamo assolutamente trovare la vittoria e sono convinto che i Nazionali torneranno ancora più carichi"

D'accordo con le parole di ? La è inarrivabile?
"Vince da sette anni consecutivi ed è fortissima. Prima o poi bisogna fermarla. Ci proveremo, ma sarà dura visti gli acquisti che hanno fatto. La Roma può comunque arrivare tra le prime del campionato"

Come ti stai trovando a Roma?
"Sono partito bene perché conoscevo già molti di loro. Mi hanno accolto bene e mi hanno permesso di lavorare bene. Sono molto contento. Ora devono arrivare i risultati che sono quelli più importanti"