Milan-Roma, Gattuso: "Vittoria della svolta? Siamo solo alla seconda giornata. Oggi meglio dal punto di vista della mentalità"

31/08/2018 alle 23:03.
milan-vs-roma-serie-a-tim-20182019-27

Ecco le parole del tecnico del Milan, Rino Gattuso, dopo la vittoria per 2-1 sulla Roma, che ha permesso ai rossoneri di agguantare il primo successo stagionale. Queste le sue dichiarazioni:

GATTUSO A SKY SPORT

C’è l’impressione che è il momento della svolta?
“Siamo alla seconda giornata, già parliamo della svolta. C’è grande rammarico per la partita contro il , ma non è da buttare via. Oggi abbiamo giocato meglio. Ma ci sono anche gli avversari che si sono rafforzati e non posso parlare di svolta. Forse oggi viene messo in discussione tutto, ma io sono tranquillo e dobbiamo diventare squadra. Abbiamo fatto meglio per mentalità oggi, non possiamo pensare di voler comandare il gioco per 90’, ma dobbiamo giocare con il coltello tra i denti”.

Con il Milan dell’anno scorso ci sono differenze, anche con il mercato.
“La società mi ha messo a disposizione una buona rosa con ragazzi interessanti e qualità che l’hanno scorso ci mancavano. I cambi oggi hanno aiutato a cambiare la partita”.

In tribuna c’erano le leggende del Milan.
“Fa piacere, tutti loro hanno scritto pagine importanti per la società ma non dobbiamo pensare che la squadra si deve caricare perché ci sono loro nella società. La carica dobbiamo trovarla in settimana e in allenamento. Quest’anno si può lavorare con più tranquillità e dobbiamo lavorare con serietà”.

Il Milan gioca bene. Quanto tempo ci vorrà a far capire alla squadra che bisogna anche soffrire?
“Non tutti sono come me e te, Marocchi, che portavamo le borracce in campo. Ma se la mettiamo sul cuore, qualcosa di buono facciamo. Quando dico che Biglia è un giocatore tattico non sbaglio. Dobbiamo migliorare e credo che la squadra ancora non sia brillante, possiamo migliorare sul piano fisico. Possiamo trovare tra 2 settimane i giocatori con più gamba. Dobbiamo migliorare anche nel creare gioco per Higuain”.

Higuain-Cutrone coppia del futuro?
“Dipende, dobbiamo vedere. Cutrone ha il veleno addosso, sta trovando poco spazio rispetto a quanto si allena, ma vedremo”.

Qual è il limite del Milan attuale?
“Quando escono gli avversari andiamo in difficoltà e cominciamo ad abbassarci. Poi è uscita la Roma che ha tanta qualità. La linea di difesa per 45’ è stata fantastica, poi quando siamo profondità facciamo fatica. Dipende tutto dall’atteggiamento della linea difensiva”.

Ti aspetti miglioramenti nella tenuta o brillantezza?
“Sulla brillantezza, in 40 giorni abbiamo lavorato tanto ma possiamo sicuramente migliorare”


GATTUSO IN CONFERENZA STAMPA

La partita l’hai cambiata nella ripresa quando hai cambiato a sinistra… 
È riduttivo parlare degli ultimi 10 minuti. Mi sembrava di vedere . La Roma è una squadra con caratteristiche ben precise ed è uscita la loro qualità. L’errore più grande nostro era non mantenere bene la linea difensiva. Ho provato a cambiare perché volevo vincere. Quando giocano insieme Castillejo e Laxalt hanno una gamba frizzante e possono spezzare la partita. Non siamo stati tatticamente perfetti. Cutrone in questo momento è un giocatore che meriterebbe qualcosa in più. Quando tira prende sempre la porta.

Quanto ti aiuta questo risultato in vista della sosta… 
Sì, aiuta perché abbiamo alte aspettative. La cosa che mi suona strano è fare i processi alla prima giornata e non ho capito. Dopo bisogna vedere quella che fa la squadra, che tipo di prestazione fa. Sicuramente a livello di brillantezza non sta al massimo, abbiamo lavorato molto duro. Dobbiamo continuare per la nostra squadra.

Quanto è stato importante vincere davanti agli occhi di Singer? 
Sento tutti i giorni grande senso di responsabilità. Ho sempre tifato questa società qua. La pressione la sento perché ho un rapporto incredibile con tutte le persone.

Ha schierato 10/11 dello scorso anno. Risposte dei nuovi innesti? 
Fra due settimane giocheremo a Cagliari e dopo comincia ogni 3-4 giorni. Dobbiamo mettere in condizione i giocatori di esprimersi al meglio. È successo con Bakayoko che mi avete cambiato le parole. C’è un confronto, si parla. La vecchia guardia mi fa stare tranquillo anche se sono arrivati giocatori importanti. Ci vorrà del tempo.

Biglia ha risposto presente… 
A livello tattico è fondamentale. Potrebbe guardare più in avanti. Per il filtro che dà è fondamentale. Ci sta che può sbagliare qualche partita.

Quanto è rimasto sorpresa dall’atteggiamento della Roma? 
È arrivato qualche spiffero per la difesa 3. Avevamo preparato quel modulo. La Roma ha giocato molto forti. È stata una partita molto difficile e potevamo anche perderla.

Vi siete abbassati. È un limite? 
È un qualcosa che tocchiamo con mano. Palleggiamo bene ma ci dobbiamo lavorare perché non fa parte di tutti. Oggi a tratti siamo stati là con qualche pallone più lungo. Penso che quando miglioreremo la condizione fisica potremo fare qualcosa in più. Higuain ha fatto una grandissima partita.

Ti sei abbracciato con tutti… 
Il gruppo c’è perché qualsiasi cosa vada a proporre non c’è mai una mancanza di rispetto. Un gruppo che lavora con grande serietà. Ti fa capire che c’è un qualcosa che ti fanno stare bene insieme. È un segnale importante e mi piace molto. Sono stato contento per come hanno reagito.

Ieri hai fatto autocritica e oggi hai messo i nuovi…
Merito dei miei ragazzi, il mio è stato un colpo di culo (ride, ndr). Ho esordito nel ’94 e ho vissuto un’epoca diversa. Non posso ascoltare tutti. Nei momenti di difficoltà bisogna spegnere tutto e non leggere nulla. Devo continuare soltanto a lavorare. Ha la fame di grande motivatore.

Come ha agito sulla squadra dopo
Quando si prendono delle mazzate non c’è bisogno del bastone ma cosa veramente non funziona. Bisogna cominciare a fare alleggerire a livello mentale. Tante volte viene bene e tante no.