Roma-Juventus, Allegri: "Complimenti alla Roma. Sconfitta che ci farà bene per le prossime gare"

14/05/2017 alle 23:09.
juventus-fc-v-as-roma-serie-a-6

Queste le dichiarazioni del tecnico della Massimiliano Allegri al termine della gara persa dalla sua squadra all'Olimpico contro la Roma per 3-1. Ai bianconeri servono ora 3 punti nelle prossime per portare a casa il sesto scudetto consecutivo.

ALLEGRI A SPORTMEDIASET

Primo match point sprecato. Cosa è successo nella ripresa?
La squadra ha fatto bene nel primo tempo, abbiamo giocato in modo cattivo. Abbiamo sbagliato un fuorigioco e abbassato la tensione. Complimenti alla Roma, che ha fatto una bella partita, ma sotto l’aspetto dell’attenzione abbiamo mollato. Una sconfitta che ci farà bene per le prossime gare

Un discorso anche legato alla rotazione?
No, non abbiamo pagato questo, bastava non conceder quelle situazioni. Abbiamo di fronte la Roma, la seconda del campionato, negli scontri diretti può succedere di tutto

Preoccupato per questo finale?
No, mi aspettavo anche una roba del genere, basta mantenere la lucidità e riattaccare la spina. Il primo tempo è stato bello, avevamo la partita in mano, infatti la Roma aveva fatto poco e niente

Meglio reagire subito
La c’è tra un mese e il campionato non è chiuso, facciamo un passo alla volta, ora c’è la Coppa Italia. Se c’è una cosa da rimproverare e l’aver abbassato l’attenzione in fase difensiva, ma anche da questi risultati bisogna tirar fuori il meglio
Dopo il 2-1 la squadra non ha avuto la forza mentale per pareggiare.
Anche dopo l’1-1 potevamo chiudere il primo tempo in vantaggio. Siamo stati anche poco cattivi in attacco, poi ai primi passaggi della ripresa mi sono accorto che stavamo mollando

La partita di Cuadrado?
Ha fatto bene nel primo tempo, poi è andato in confusione, usciva meno bene da dietro.

Lemina?
Ha fatto una buona prestazione a livello tecnico e fisico, è un giocatore affidabile e sono contento della partita che ha fatto
Sempre subito gol nelle ultime 3 partite, la preoccupa?
Direi che la squadra, quando lavora in un certo modo, difficilmente prende gol, poi ci sono situazioni in cui si prende. Nel secondo tempo siamo entrati a rilento, magari pensavamo di aver già vinto o di aver già fatto risultato per lo scudetto. Questa partita ci farà rizzare le antenne

ALLEGRI A SKY SPORT

Cosa non ha funzionato?
Nel secondo tempo i primi passaggi erano lenti e abbiamo difeso non con la cattiveria giusta. Sul secondo gol abbiamo lasciato la palla lì subendo quel tiro. Volevamo chiudera ler lo scudetto, ora dobbiamo vincere domenica. Sconfitta che ci fa drizzare le orecchie.

I suoi hanno pensato ad altro?
Non dovevamo prendere i gol nella maniera in cui li abbiamo presi.

Cosa dici ai tuoi dopo una partita così?
I ragazzi sono amareggiati, ma non deve crearsi nervosismo intorno alla squadra. Abbiamo avuto partite importanti, per vincere il campionato c'è ancora da combattere. Dobbiamo restare sereni e lucidi, non staccare la spina come abbiamo fatto ultimamente.

Ossessione ?
La finale c'è tra un mese. Non abbiamo ancora vinto nulla, cerchiamo di vincere la Coppa Italia. Dobbiamo affrontare le ultime partite con la determinazione del primo tempo di oggi. Già nel secondo tempo i passaggi non andavano, abbiamo abbassato l'attenzione nel palleggio e nei passaggi e la Roma ne ha approfittato facendo gol

Avete sofferto al fisicità della Roma?
Bisogna fare i complimenti alla Roma per il campionato che sta facendo. Nel primo tempo non riusicvano a prenderci, nel secondo la palla girava più lenta e loro ci venivano addosso. Non siamo riusciti a metterli in condizione di fargli rimediare un secondo giallo ai tre-quattro ammoniti che avevano

Come sta Mandzukic?
Bene, solo un colpo alla schiena

Sei contento dell'abbassamento mentale in vista di mercoledì?
Dopo ieri ero preoccupato del fatto che la squadra si abbassasse psicologicamente "part time" e infatti è stato così. Non si può stare sempre al massimo e pensare di vincere il campionato con tre giornate d'anticipo considerando il calendario che avevamo. Adesso è fondamentale tornare ad avere quella cattiveria che ci fa vincere le partite.

Il turn over?
Sono 3 mesi che cambio giocatori e la squadra ha fatto risultati. posso permettermi di cambiarli ma se giocano sempre gli stessi rimani corto. Negli ultimi mesi abbiamo giocato quarti e semifinale di , semifinale di Coppa Italia e con la Roma, qualcosa la perdi. Manca poco allo scudetto. Nel primo tempo stasera siamo andati bene, nel secondo siamo stati carenti

Qual è la parola d'ordine in questi giorni?
Serve la massima serenità, non deve esserci nervosismo. Non abbiamo perso la testa stasera, potevamo riaprirla ma non l'abbiamo fatto. Se a un risultato negativo viene fuori il putiferio significa che una squadra è debole.

ALLEGRI A RAI SPORT

Festa rimandata...
Sono mareggiato per il risultato, nel secondo tempo non abbiamo avuto più il contro della gara, li abbiamo fatti arrivare troppo facilmente nella nostra area. Ora però serve riattaccare la spina per il finale di stagione. Anche a Bergamo abbiamo subito un gol nel finale, ma dopo una lunga stagione ci possono stare dei cali di tensione

Riproporrebbe la stessa formazione?
Certo che rimetterei la stessa formazione, la squadra ha fatto bene all'inizio sfiorando anche il 2-0, nell'ultimo mese ho cambiato dai 5 agli 8 giocatori e questi ha permesso di arrivare dove volevamo giocando ogni tre giorni. Degli abbassamenti di tensioni sono normali

Ha sottovalutato la Roma?
Loro hanno fatto una partita molto fisica ma nel primo tempo non hanno mai tirato in porta, l'importante e non perdere lucidità nelle analisi. Poi ultimamente mi hanno detto che facevo poco turn over, ma negli ultimi due mesi ho sempre cambiato i giocatori, e questo era l'unico modo per arrivare fino in fondo a tutte le competizioni

Calo di tensione?
Ho sempre detto che ci mancavano tre punti per lo scudetto e che non era chiusa, avremo la Coppa Italia e mercoledì e la fra un mese. Per ora non abbiamo ancora vinto nulla e dobbiamo ancora sudarci le vittorie, a cominciare da mercoledì con la Lazio e poi con il Crotone domenica

Come sta la fisicamente?
Nel derby abbiamo avuto 8 occasioni nitide, oggi abbiamo preso un palo e ha segnato un gol mezzo deviato: il calcio è fatto anche di episodi. Lo scudetto non lo vinci mai a 5 giornate dalla fine, solo nel mio primo anno in cui la Roma ha fatto 70 punti ma ho già detto ai ragazzi che, con il nostro calendario, avremmo dovuto giocarcela fino alla fine

Ora la Lazio...
Sarà una finale importantissima per noi, con il Milan a dicembre una finale l'abbiamo persa. Non vogliamo ripetere lo stesso errore

ALLEGRI IN CONFERENZA STAMPA
La cosa che bisogna fare è rimanere sereni, negli scontri diretti può accadere di tutto, non pensavo che sicueramente avremmo vinto lo scudetto, la Roma è una grande squadra e ha giocato un gran secondo tempo. Abbiamo subito la loro fisicità e un po' disattente, ma questo non deve turbare quello che la squdra sta facendo, deve far drizzare le antenne in vista della Coppa Italia e del Crotone. La deve fare 88 punti, ma il nostro secondo tempo non deve turbare il cammino della squadra fino ad ora

Troppo turn over?
I cambiamento del numero di giocatori di oggi è lo stesso degli ultimi 6 mesi, abbiamo sempre cambiato da un minimo di 5 a un massimo di 8 giocatori. Oggi abbiamo perso, ma aBergamo abbiamo preso un gol alla fine per leggerezza, questi sono segnali di aver abbassato un po' l'attenzione. Questo può capitare ma ci deve far drizzare l'antenna in vista dei prossimi match

Come si riattacca la spina?
Con queste sconfitte. Abbiamo fatto un punto in due trasferte. Guardando il calendario già sapevo che il campionato sarebbe stato vinto all'ultima giornata. Per vincere con 5 giornate d'anticipo bisogna avere 15 punti di vantaggio. Quest anno la seconda arriva a 87 e la terza a 86

La Lazio?
Va giocata in un altro modo, tenendo alta l'attenzione per 95'

Le condizioni di Mandzukic? L'esclusione di Dybala?
Dybala aveva avuto un problema al flessore e aveva giocato sia in champions che col Torino. Dobbiamo giocare anche mercoledì, bisogna gestire il finale di stagione prendendo rischi in questi momenti. Mandzukic e Lichtsteiner non hanno nulla, solo una botta alla schiena