La Roma e la nuova squadra di Monchi

09/08/2018 alle 09:07.
as-roma-tour-usa-2018-conferenza-stampa-a-boston-5

Un anno fa il mondo Roma veniva scosso da uno dei più grandi terremoti che avesse
mai vissuto prima. Anzi, i terremoti in questione sono stati ben due ed il secondo è
stato conseguenza del primo. Già, perché dopo aver annunciato l'arrivo di Monchi
come direttore sportivo, è stato lo stesso spagnolo a rendere pubblico il ritiro di
. Il capitano di mille battaglie con indosso la maglia giallorossa lasciava
spazio ai giovani e lasciava
la maglia numero 10, che la società ha deciso di non ritirare.
Era arrivato il momento di farsi da parte e, dopo una carriera tutta al servizio della
Roma, il suo amore più grande, di iniziare a far parte della società più dall'interno e
meno dal campo di gioco. Il terremoto positivo dell'arrivo di Monchi ha portato ad una
serie di rivoluzioni altrettanto positive, in primis per il bilancio della società, e
soprattutto per l'acquisto di una serie di prospetti interessanti. Sebbene siano stati
sacrificati mostri come , e , l'operato del direttore sportivo ex
Siviglia è stato eccellente, come dimostra
l'ultimo mercato effettuato durante
quest'estate.

Colpi ad effetto
Aver potuto accumulare una certa somma con le vendite di e
(in
totale qualcosa come 100 milioni di euro), Monchi ha posto le basi per creare un
gruppo nuovo e con motivazioni per far bene. Con Daniele
come capitano e
punto di riferimento sia in campo sia nello spogliatoio, la nuova Roma si è arricchita di
calciatori di talento. Tra essi spicca
l'argentino Javier Pastore, classe '89, dalla tecnica
sopraffina sebbene da troppo tempo poco impiegato nel Paris Saint Germain francese.
Insieme a lui è arrivato Ante Coric, ottimo prospetto croato per il centrocampo, così
come Bryan Cristante, approdato in giallorosso dopo un'ottima stagione nell'Atalanta.
Tuttavia, uno dei colpi più importanti del DS spagnolo è stato senza dubbio quello di
Justin Kluivert, giovane ala olandese figlio d'arte che nell'Ajax aveva già dato
dimostrazione di ottime qualità, soprattutto dal centrocampo in su. Sebbene ancora
grezzo, l'olandese è un diamante che può essere smussato e potrebbe essere una delle
sorprese della stagione. E così, mentre la passione per la Roma si espande in tutto il
mondo, prepara la nuova stagione con l'obiettivo di far meglio del terzo posto dell'anno scorso in campionato. Sebbene i pronostici dei bookmaker non vedano i giallorossi tra i favoriti per lo Scudetto, come ben indica la quota di 12 per la loro vittoria disponibile l'8 agosto, quanto fatto vedere l'anno scorso e durante l'estate attuale fa ben sperare.
Una squadra nuova
Le speranze dei tifosi giallorossi risiedono nei colpi di Monchi e nelle abilità tattiche di
. Sono, difatti, undici, gli acquisti della Roma fino ad ora, il che significa
che il tecnico abruzzese avrà a disposizione una squadra intera nuova di zecca. L'arrivo
del portiere svedese Olsen è stato concordato appena sancito l'addio di e non c'è dubbio che l'estremo difensore scandinavo dovrà sudare molto per far rimpiangere il meno possibile il fenomenale collega brasiliano, uno degli artefici delle migliori vittorie della Roma l'anno scorso. Le buone sensazioni della squadra giallorossa si sono riflesse nella vittoria per 4 a 2 contro il Barcellona durante la tournée da poco
terminata negli Stati Uniti. Sebbene i blaugrana avessero schierato praticamente la
seconda squadra, senza la presenza di stelle come e Suarez, la prestazione degli
uomini di ha convinto tutti. Al ritorno in Italia, dove tra qualche giorno
inizierà il campionato, la Roma è sembrate pimpante e la piazza spinge per vedere
quanto prima all'opera la squadra giallorossa. Il tecnico opterà sicuramente per il
classico
al quale è stato (quasi) sempre fedele, nella più zemaniana delle
tradizioni, anche se non si escludono colpi di scena come quello avvenuto l'anno scorso
nei quarti di finale di proprio contro il . Quest'anno,
tuttavia, l'obiettivo è quello di migliorare in campionato e continuare a far bene in
, una competizione che porta via energie ma che compensa poi con il
prestigio e i premi in denaro necessari per crescere.

 

L'importanza della vecchia guardia

Tuttavia, una delle manovre più importanti della Roma durante l'estate non ha molto ache vedere con il mercato. Si tratta, infatti, del rinnovo del contratto di Alessandro , che più volte era parso stare sul piede di partenza per non essere riuscito a trovare un accordo economico con la società. Alla fine l'amore per il club ha trionfato e uno dei figli della città, tifosissimo della squadra giallorossa da sempre, ha deciso di restare alla Roma per provare ad arrivare ad obiettivi ancora più nobili. Con la presenza di e quella di capitan , la Roma punta quindi sulla solidità della vecchia guardia, qualcosa che è stata sempre molto importante nella storia del club. Con blindato fino al 2023 e destinato a seguire le orme di , i tifosi giallorossi possono stare tranquilli.

Inoltre, non va escluso qualche altro colpo di mercato da parte di Monchi, il miglior
nella sua categoria. Il rifiuto all'ultimo momento di Malcom, approdato poi al
, deve aver stimolato non poco il DS spagnolo, il quale potrebbe sorprendere con una giocata delle sue. In molti si aspettano un'altra grande giocata a livello di
ingaggi. Dagli altri, invece, si aspettano i risultati del campo.