Stadio Roma, il gip: "Parnasi voleva vendere il terreno sul quale sarebbe dovuto sorgere lo Stadio"

13/06/2018 alle 20:28.
img_1542

"Nel corso delle attivita' tecniche e' emersa la volonta' di Luca di vendere il terreno sul quale sorgera' lo , nonche' il progetto complessivo comprensivo delle autorizzazioni fino a quel momento conseguite alla societa' Dea Capital Estate sgr. La convenzione urbanistica con il Comune di Roma sara' dunque sottoscritta dal soggetto che in quel momento risultera' proprietario del terreno e del progetto". È quanto si legge nell'ordinanza del gip che ha condotto le indagini sullo . Si legge inoltre che: "L'operazione di cessione del terreno e del progetto a De Capital e' ad oggi in fase conclusiva. Dall'ascolto di alcune comunicazioni - e' detto nel provvedimento - emerge che si sta stipulando un accordo tra le parti non vincolante e nei prossimi mesi e' prevista la firma del preliminare. Al termine delle operazioni il gruppo facente parte a dovrebbe cedere al prezzo di oltre 200 milioni di euro il terreno acquistato a 42 milioni, pagamento peraltro non ancora ultimato".

(ansa)